Giovane promessa del nuoto, Manuel Bortuzzo è rimasto paralizzato dopo una sparatoria a Roma. Scopriamo chi è l’atleta che sognava (e sogna ancora) le Olimpiadi.

Il 3 febbraio 2019 la sua vita è cambiata per sempre durante una serata come tante in compagna della sua fidanzata. Lui è Manuel Bortuzzo, volto pulito dell’Italia che sogna, tra sport e passione. Un colpo di pistola ha interrotto la sua ascesa agonistica e l’orizzonte olimpionico si è dissolto in un istante. Anche se nel novembre del 2019, intervenendo a Che tempo che fa, ha confessato che potrebbe esserci ancora una speranza. “La lesione midollare non è completa. Una notizia pazzesca, come tutto quello che ho fatto in questi nove mesi e ho sempre voluto tenere per me. Quando si parla di cose di cui non si è sicuri, con la medicina è sempre meglio andarci con calma”.

Ecco chi è il nuotatore che ha tenuto tutti con il fiato sospeso e ha restituito al suo Paese l’immagine dell’eroe che non si arrende davanti all’orrore.

Chi è Manuel Bortuzzo?

Manuel Mateo Bortuzzo è la stella del mezzofondo che ha vissuto un dramma senza precedenti nello sport italiano. Ferito durante una sparatoria, forse per uno scambio di persona, è rimasto paralizzato e ha visto sfumare avanti a sé il sogno delle Olimpiadi. Nato a Trieste nel 1999, a 19 anni si è trovato a rimodulare la sua esistenza in vista di un percorso senza più certezze.

Il nuotatore è cresciuto a Treviso, e si è formato sotto l’ala di Christian Galenda, che lo ha allenato nelle vasche del centro sportivo di Castelporziano. Dal Veneto, l’atleta è partito alla volta di Ostia per inseguire il suo sogno, in ottica olimpionica. Un carattere forte e determinato, il suo, ancora di salvezza anche durante la peggiore pagina della sua vita.

Fonte foto: https://www.instagram.com/manuelmateo_/?hl=it

La vita privata di Manuel Bortuzzo

Non si sanno molte cose sulla vita privata del nuotatore, anche perché su Instagram e Facebook ha sempre preferito tenere i suoi affari personali in disparte. Molto riservato ma anche molto solare e capace di grandi sacrifici in nome del suo amore per il nuoto: questo è Manuel Bortuzzo.

Sappiamo che la sua fidanzata, che si chiama Martina Rossi, gli è rimasta vicina anche durante la tragedia che lo ha visto, suo malgrado protagonista. Nel giorno di San Valentino 2019, sul suo Instagram, Manuel ha condiviso la foto di un tenero bacio in ospedale e una dedica: “Ci prenderemo tutto“. A Io e Te ha raccontato anche che per la sua ragazza regala a volte delle rose.

Chi è la fidanzata di Manuel Bortuzzi, Martina?

Su Martina, la fidanzata di Manuel Bortuzzo, si sanno pochissime cose, anche perché il nuotatore non parla mai di lei e non posta nessuna sua foto sui suoi social. Sappiamo che all’epoca della sparatoria aveva 16 anni, e che gli è sempre stata vicino.

La mamma di Martina, come riporta Il Messaggero, ha parlato di cosa ha passato la figlia in quella situazione: “Non ha più voluto nuotare. Ha smesso di andare in piscina, la sua passione da quando aveva 8 anni. Il 2 febbraio era uscita di sera per la prima volta per il compleanno di un’amica all’Infernetto e si è trovata all’improvviso catapultata in questa storia più grande di lei“.

Manuel Bortuzzo: il ritorno in piscina

Nella sua giovane esistenza, insieme alla ragazza è rimasto coinvolto in una delle più cruente pagine della cronaca nazionale. Per la brutale aggressione subita a colpi di pistola, gratuitamente e probabilmente perché scambiato per un altro, due persone sono finite in manette. Era il 3 febbraio 2019, quartiere Axa di Roma, e qualcuno gli ha sparato mentre era davanti a un tabacchino col la sua fidanzata.

Lesione midollare completa“: questo il responso shock dei medici che hanno escluso l’ipotesi di una “ripresa funzionale delle gambe“: Manuel è rimasto paralizzato.

Un esito dal sinistro sapore di condanna a morte per un domani nel nuoto che conta, ma a cui lui non ha voluto sottomettersi. Ha scelto di lottare, ancora una volta e nella gara più importante: la vita. Il 7 marzo, un mese e 4 giorni dopo il dramma, è tornato in piscina per iniziare la fisioterapia.

Manuel continua a vivere nella città di Roma.

8 cose che non sai su Manuel Bortuzzo

-Manuel Bortuzzo è molto alto: 190 centimetri per un fisico atletico e preparato, frutto di anni di allenamento.

-Aveva deciso di specializzarsi nei 400 metri, dopo il primato dei 18 anni che lo aveva visto toccare i 3″47. Sognava anche i 1.500 ai campionati assoluti.

Ha sempre amato lo sport e questo, forse, è stato un vero e proprio spiraglio in un tunnel di angoscia dopo i fatti di Roma. Un ragazzo con la testa sulle spalle, che ha insegnato a tutti cos’è la grandezza.

-Ha scritto un libro dal titolo Rinascere, che diventerà anche un film con Raoul Bova.

-Sua madre lavora in un panificio e, come ha raccontato lui stesso a Io e Te, quando andava a scuola, passava sempre a prendere le pizzette e il pane da portare ai suoi compagni.

-All’età di due anni, come raccontato a Io e Te, ha rischiato di morire quando è caduto dalle scale nel palazzo dove abitava.

-Dal 2020 è una presenza fissa, insieme a Marco Liorni, nel programma Italia sì!

-È molto bravo a suonare il pianoforte.

Fonte foto: https://www.instagram.com/manuelmateo_/?hl=it

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Manuel Bortuzzo

ultimo aggiornamento: 21-07-2020


Gianmarco Fiory: ecco chi è la nuova fiamma di Sara Croce

6 curiosità sul ‘Re dei tronisti’ Costantino Vitagliano: i tatuaggi, i gossip e la vita privata