Il volto di Dora Romano non è per nulla nuovo agli appassionati di fiction. Andiamo a vedere chi è e dove l’abbiamo già vista.

Sul set ha avuto l’onore di recitare accanto a Dustin Hoffman (era nientemeno che la moglie). Vanta un lungo curriculum, in ambito televisivo, cinematografico e teatrale. Verace e istrionica come chiunque abbia appreso le prime, importanti, esperienze di vita in strada, Dora Romano ha dato conferma del proprio valore artistico in plurime occasioni. È, dunque, giunto il momento di scoprire, chi è, il percorso di formazione affrontato per arrivare dov’è a e quali tappe ne hanno scandito la carriera.

Dora Romano: la biografia

Dora Romano è nata nel 1955 a Castellammare di Stabia (non è nota la data esatta). Proprio nella località campana ha cominciato a scoprire la magia dell’essere un’aspirante attrice, sotto l’ala del celebre commediografo Annibale Ruccello, a inizio anni Settanta. Dalle origini molto umili, ha comunque trovato in sé la forza e il coraggio di credere nei suoi sogni. E così, nel momento in cui ha presentato domanda per la scuola di Gassman a Firenze ed è stata ricontattata, non ha esitato un attimo ad accettare.

Dora Romano
Dora Romano

Presso la Bottega Teatrale di Firenze, diretta da Vittorio Gassman, ha conseguito il diploma in recitazione. In aggiunta, al periodo trascorso nel capoluogo toscano, ha partecipato ai seminari di J. Grotowskij a Palermo e di De Fazio a Roma e Los Angeles. Nonostante il primo, grande amore abbia sempre avuto la precedenza, è riuscita a laurearsi in sociologia.

Ha sostenuto la gavetta con i giganti del teatro, primo fra tutti Eduardo De Filippo. E negli ultimi anni ha prestato il volto ad alcune delle fiction più note e apprezzate. Diretta da Saverio Costanzo, ne L’Amica Geniale è, ad esempio, la maestra Oliviero, colei che scopre come una delle bambine più povere della sua classe, Lila (Elisa Del Genio / Margherita Mazzucco), sia una mente brillante, al punto da imparare da sola a leggere e scrivere. In Imma – Sostituto procuratore interpreta, invece, la mamma di Pietro (Massimiliano Gallo) nonché suocera di Imma. Ex insegnante di liceo, è una dai modi affettati e formali, pressoché l’antitesi di Imma (Valeria Scalera).

Inoltre, è Suor Matilde in Madre, Aiutami!, miniserie con Virna Lisi. Nel corso degli anni, è apparsa anche in ulteriori produzioni di notevole successo, tra cui: Il Maresciallo Rocca e l’amico d’Infanzia, con Gigi Proietti; Il signore sia con te; Don Matteo 12, con Terence Hill; Le indagini di Lolita Lobosco, con Luisa Ranieri; Bang Bang Baby.

A livello di cinema, ha impersonato Madame Baldini, moglie di Dustin Hoffman, nel lungometraggio Profumo – Storia di un assassino, diretta da Tom Tywker. Nella pellicola sul caso Stefano Cucchi, intitolato Sulla mia pelle, ha indossato il camice di uno dei medici che hanno tenuto in osservazione Cucchi (Alessandro Borghi) durante la degenza all’ospedale Pertini di Roma, nella sua ultima settimana di vita.

Per Ferzan Ozpetek si è calata nei panni di Lea ne La dea fortuna con Edoardo Leo, Stefano Accorsi e Jasmine Trinca, per Paolo Sorrentino ha ricoperto il ruolo della signora Gentile in È stata la mano di Dio. Sui palcoscenici teatrali, dove ha cominciato ad accumulare ingaggi importanti, è stata scritturata, tra le varie opere, ne Il Marchese del Grillo, con Enrico Montesano, e, più recentemente, nella versione teatrale di Sister Act, come la madre superiora.

Dora Romano: la vita privata

Sul privato di Dora Romano si sa pochissimo, vista la sua attenzione alla privacy. Residente a Roma, non è di dominio pubblico né il patrimonio né lo stato sentimentale dell’artista, che si guarda bene dal lasciare indizi su Facebook.

3 curiosità su Dora Romano

– Non ha potuto studiare musica a causa delle sue umili origini, ma ha sempre adorato cantare, pure sul palco.

– Agli inizi cercava continuamente nuove sfide, nei concorsi di cabaret (ed alcuni li ha vinti) oppure tenendo spettacoli nelle discoteche. Conquistare un pubblico tanto eterogeneo non è semplice e l’ha considerata una buona palestra.

– Per lei l’amicizia si basa sul bisogno di parlare e di guardarsi negli occhi.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 19-09-2021


Shmuel Peleg: chi è il nonno di Eitan, il bambino sopravvissuto al disastro del Mottarone

Chi è Esther Cohen, la nonna di Eitan Biran unico sopravvissuto al disastro della funivia Stresa-Mottarone