Non solo Mario Draghi: sono ben cinque i ministri del nuovo governo senza account ufficiali sui social. Ecco tutti i numeri dell’esecutivo di Draghi.

Il nuovo presidente del Mario Draghi non ha account ufficiali sui social. E come lui anche cinque ministri della sua squadra. Dal punto di vista social il nuovo esecutivo guidato dall’ex presidente della Bce parte svantaggiato rispetto al precedente Conte-bis. Addirittura, il numero di follower sui social dell’intero gabinetto di 23 ministri è minore della metà rispetto a quello del governo precedente. E pesano su questo dato anche i ben cinque ministri senza alcun account.

I numeri social del gverno Draghi

Stando allo studio dell’Osservatorio Digitale fatto per Il Sole 24 Ore, sono ben cinque su 23 i ministri che non hanno accoun social, oltre al presidente del Consiglio Mario Draghi. Si tratta di Danielel Franco (indipendente, Economia e Finanze), Enrico Giovannini (indipendente, Infrastrutture e trasporti), Giancarlo Giorgetti (Lega, Sviluppo economico), Marta Cartabia (indipendente, Giustizia) e Luciana Lamorgese (indipendente, Interno).

Mario Draghi
Mario Draghi

Tra i ministri domina nel mondo dei social Luigi Di Maio, con quasi 4 milioni in totale. Buone performance anche per un’altro uscente del Conte-bis, Dario Franceschini che supera i 500mila. A livello di social il preferito dal nuovo governo sembrerebbe essere Twitter, unica piattaforma di tre nuovi ministri: Vittorio Colao (Innovazione tecnologica), Roberto Cingolani (Transizione ecologica) e Patrizio Bianchi (Istruzione).

Il Conte-bis batte Draghi (sui social)

Come detto, in totale il secondo governo Conte doppiava il nuovo esecutivo con oltre 13 milioni di follower (contro i poco più di 6 dell’attuale). Su questi numeri pesa anche la presenza su Facebook. Dei precedenti ministri il 96% aveva un profilo sul social di Zuckerberg, mentre ora la percentuale è scesa al 58%. Discesa simile su Instagram (dall’83% al 54%), mentre su Twitter si passa dal 96% al 67%.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Ad ogni modo, è probabile che molti degli attuali ministri possano sfruttare quest’occasione per aprire un account sui social e aumentare la propria visibilità pubblica. Difficile ipotizzare un Draghi pronto al salto nel mondo digitale, vista anche la necessità di equilibrio politico.

I numeri social dell’esecutivo Draghi

Di seguito il quadro dei numeri social del governo Draghi al momento dell’insediamento:

– Mario Draghi (presidente Cdm) – Nessun account social
Luigi Di Maio (M5s, Affari esteri) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 3 milioni e 900mila fan)
Dario Franceschini (PD, Cultura) – Facebook, Twitter (oltre 500mila follower)
Mara Carfagna (FI, Sud e coesione territoriale) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 470mila follower)
Roberto Speranza (Leu, Salute) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 370mila follower)
Mariastella Gelmini (FI, Affari regionali) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 360mila follower)
Renato Brunetta (FI, Pubblica amministrazione) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 290mila follower)
Andrea Orlando (Pd, Lavoro e politiche sociali) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 290mila follower)
Federico D’Incà (M5s, Rapporti con il parlamento) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 76mila follower)
Stefano Patuanelli (M5s, Politiche agricole) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 74mila follower)
Fabiana Dadone (M5s, Politiche giovanili) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 74mila follower)
Elena Bonetti (Italia Viva, Pari opportunità) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 57mila follower)
Lorenzo Guerini (Pd, Difesa) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 43mila follower)
Erika Stefani (Lega, Disabilità) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 26mila follower)
Massimo Garavaglia (Lega, Turismo) – Facebook, Instagram, Twitter (oltre 23mila follower)
Vittorio Colao (Indipendente, Innovazine tecnologica) – Twitter (oltre 6900 follower)
Roberto Cingaloni (Indipendente, Transazione ecologica) – Twitter (oltre 3700 follower)
Patrizio Bianchi (Indipendente, Istruzione) – Twitter (oltre 1400 follower)
Cristina Messa (Indipendente, Università e ricerca) – Twitter (oltre 900 follower)
Luciana Lamorgese (Indipendente, Interno)
Marta Cartabia (Indipendente, Giustizia)
Daniele Franco (Indipendente, Economia e Finanza)
Giancarlo Giorgetti (Lega, Sviluppo economico)
Enrico Giovannini (Indipendente, Infrastrutture e trasporti)


Cosa significa shrinkflation?

Ferrero stupisce ancora con i gelati Rocher e Raffaello