Ecco come eliminare i punti neri, dal viso e dal naso in particolare, ma non solo: tutte le tecniche e i consigli su come procedere.

I punti neri sono un inestetismo molto comune. Sono pochissime, infatti, le persone che non li hanno. Eliminarli non è facile, bisogno utilizzare cosmetici specifici e, nei casi più gravi, rivolgersi al dermatologo. Essi sono noti anche come comedoni aperti, ovvero imperfezioni cutanee che possono comparire sul viso, e in particolare sul naso. Essi si formano quando i cosiddetti punti bianchi entrano a contatto con l’esterno aprendosi. Come già accennato ci sono alcuni modi per combatterli, in maniera fai da te con diversi rimedi. Ecco quali!

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Come togliere i punti neri, dal naso e sul corpo: i rimedi

Quali sono i rimedi più efficaci contro i punti neri? Uno dei più usati è fare dei suffumigi. Ci si deve coprire la testa con un asciugamano o un telo e poi mettersi con il viso sopra al vapore, in modo tale che il calore faccia dilatare i pori ed emergere le impurità che formano i punti neri. A questo punto non si deve fare altro che rimuovere tali impurità con l’aiuto di una garza o del cotone sterilizzato, usando poi un tonico astringente per ripulire a fondo i pori, ora aperti.

Ragazza cerotto naso pelle punti neri
Ragazza cerotto naso pelle punti neri

Inoltre si possono creare in maniera facile e veloce dei cerottini contro i punti neri, che possono fare decisamente al caso nostro.

Oppure si può preparare uno scrub viso al bicarbonato, ottimo per questo tipo di problemi.

Anche una maschera al miele può essere l’arma ideale per combattere questi inestetismi della pelle.

Come togliere i punti neri dal viso: cosa non fare

Quando si tenta di liberarsi dei punti neri, però, si tendono a commettere degli errori, che non fanno altro che peggiorare la situazione. Vediamo quali sono e impariamo ad evitarli.

-Coprirli con il trucco. Il primer e il fondotinta aiutano a camuffare pori dilatati e punti neri, ma non eliminano il problema, anzi, lo peggiorano perché ostruiscono i pori ancora di più.

-Usare creme per i brufoli. Brufoli e punti neri non sono la stessa cosa. Le creme antibiotiche per i brufoli sono del tutto inefficaci per eliminare i punti neri, a meno che questi non siano infetti.

-Usare detergenti aggressivi. I detergenti sgrassanti non aiutano in caso di pelle grassa e impura, anzi, peggiorano le cose perché la seccano eccessivamente e la spingono a produrre ancora più sebo. Meglio usare un detergente delicato.

-Non esfoliare o esfoliare troppo. L’esfoliazione è importante per rimuovere l’eccesso di sebo, le cellule morte e altre impurità. Non bisogna, però, esagerare: due volte a settimana basta e avanza.

-Usare cosmetici comedogeni. Quando scegliete creme e trucchi assicuratevi che non siano comedogeni, ovvero che non occludano i pori.

-Non pulire a fondo la pelle. La pelle va detersa a fondo, mattina e sera. Per rimuovere il trucco, dovete prima usare uno struccante oleoso e poi un detergente.

-Non usare le spazzole viso. Per rendere più efficace il detergente e prevenire la formazione dei punti neri, è utile usare una spazzola viso ad ultrasuoni, come il Clarisonic.

-Spremere i punti neri. I punti neri non vanno mai strizzati, perché si rischia di ferire la pelle e causare infezioni. Se ne avete molti, rivolgetevi ad un dermatologo per rimuoverli.

-Toccare il viso con le mani sporche. Cercate di non toccarvi la faccia con le mani sporche, o porterete sulla pelle tantissimi batteri nocivi.

-Non fare maschere. Una volta a settimana, come già detto, è importante purificare la pelle con una maschera a base di argilla verde o bianca.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 25-04-2021


Come recuperare e asciugare un iPhone caduto in acqua?

Aceto in lavatrice: i trucchi per dare una svolta al bucato