Mettere un ago in una banana può essere un’esperienza da ricordare, soprattutto perché renderà più veloce e divertente la degustazione del frutto.

Cosa succede se si mette un ago in una banana ancora da sbucciare? Apparentemente nulla di particolare, ma se si usa l’ago in un modo veramente originale si può velocizzare e rendere divertente lo sbucciare e il tagliare della banana. Si tratta di una sorta di trucco di magia, per dare quel sapore eccentrico e ironico alla vita quotidiana di ciascuno. Ma come si procede per realizzare questo trucco? Ecco tutti i passaggi step by step per avere un risultato sorprendente!

Tagliare la banana con l’ago: il metodo creativo

Prima di tutto bisogna procurarsi una banana e un ago. Il procedimento è molto semplice: si buca la banana con la buccia con l’ago. Una volta dentro si sposta leggermente prima a destra e poi a sinistra.

Banana
Fonte Foto:https://pxhere.com/it/photo/1330126

Si ripete l’operazione così com’è per diverse volte. Il numero è a discrezione di come si vogliono spesse o sottili le fette di banana in seguito.

Una volta fatto tutto la vostra banana non presenterà a prima vista nessuna diversità rispetto a una normale banana che si compra al supermercato o dal fruttivendolo; la differenza sta che dentro è già tagliata a fette. Basta aprirla e il risultato si vedrà subito, con i pezzi del frutto pronti per essere mangiati o messi nelle vostre macedonie.

La cosa “magica” è che potrete stupire i vostri amici con questo semplice trucchetto. Sarà divertente vedere le loro facce attonite, che si chiedono come avete fatto. È ovviamente a vostra discrezione rivelare il trucco dell’ago nella banana. Non c’è dubbio però che farete un figurone!

Si raccomanda di non farsi vedere mentre si è intenti a preparare il frutto per lo show, previo rovina del vostro gioco di prestigio. Ecco il video del procedimento:

Fonte foto: https://pxhere.com/it/photo/1330126

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
banana

ultimo aggiornamento: 01-10-2020


Accappatoio in microfibra: come togliere la puzza e il cattivo odore?

Pastiglie per lavastoviglie: gli usi alternativi che non ti aspetti