Animali domestici: elenco, specie, tipologie e consigli sui migliori animali da compagnia che possiamo tenere all’interno delle nostre case.

Quanti animali domestici esistono? Davvero tanti, più di quanto tu possa credere. Non solo cani e gatti, o al massimo conigli. Se hai voglia di prenderti un animale da compagnia, hai una vasta scelta a tua disposizione. Ce n’è per tutti i gusti: grandi, piccoli, affettuosi, indipendenti, allegri, schivi. L’importante, prima di procedere con un’adozione, è capire una semplice cosa: qualunque animale domestico è una responsabilità, e va preso con sé solo se si è in grado di provvedere ai suoi bisogni. In cambio di un piccolo sacrificio, un animale sarà però in grado di regalarti una gioia immensa e tantissima felicità. Vuoi conoscere quali sono le tipologie di animali esistono? Scopriamole insieme!

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Animali domestici: l’elenco completo

Partiamo da una definizione. Cosa s’intende per animale domestico? Semplicemente un animale da compagnia o d’affezione, ovvero un animale con cui l’uomo può convivere pacificamente, in casa o all’aperto. Generalmente non rientrano nella definizione di animali da compagnia quelli da reddito, ossia quelli utilizzati per l’allevamento, la pastorizia o altre produzioni (pecore, vacche, agnelli e così via), anche se in alcuni casi vengono considerati animali da compagnia anche mucche e capre nane, senza dimenticare i maialini, per un periodo diventati addirittura di moda.

cani pelo corto
cani pelo corto

L’elenco di animali domestici non può non partire dai mammiferi preferiti da adulti e bambini: i cani e i gatti. Sono questi gli animali da compagnia per antonomasia, pet (per utilizzare il termine anglosassone) cui siamo ampiamente abituati per la loro diffusione. Il cane è un canide derivante dal lupo, di cui è una sottospecie nata in seguito all’addomesticamento. Considerati i migliori amici dell’uomo, si distinguono per le tantissime razze esistenti al mondo. Il gatto è invece il felino più piccolo e diffuso, un animale territoriale e crepuscolare, predatore di piccoli animali diventato con gli anni un altro fedele compagno nelle nostre vite.

coppia gatti amore cuore code
coppia gatti amore cuore code

Tra le principali alternative a cani e gatti esistono molti animali domestici di grandi dimensioni che necessitano di un giardino o un ampio spazio all’aperto per poter essere mantenuti. Rientrano in questa categoria equini come i cavalli e gli asini, e poi ancora camelidi come il dolcissimo alpaca, ormai diffusissimo anche in molti allevamenti in Italia. Tra i rettili invece, specialmente all’estero, sono scelti da molte persone anche piccoli coccodrilli, alligatori e caimani. Non sono considerati animali da compagnia grandi felini o animali selvatici come i lupi veri e propri, poco propensi all’addomesticamento (con le dovute eccezioni che si possono trovare in ogni angolo del globo). Insomma, se in Italia vuoi prendere con te una tigre o un licaone, sappi che non è consentito.

Animali domestici piccoli

Generalmente le dimensioni delle nostre case ci costringono a fare i conti con la mancanza di spazio. Anche per questo in molti scelgono di prendersi un animale domestico piccolo. Un animaletto che sporchi poco, abbia necessità di poco cibo e soprattutto di poco spazio per poter vivere. Oltre ai gatti o ai cagnolini, rientrano in questa tipologia di animali da compagnia i conigli, forse tra gli animali domestici più diffusi al mondo dopo cani e gatti. D’altronde, questi amabili animaletti dalle grandi orecchie sono non solo molto affettuosi, ma anche particolarmente intelligenti. Discorso simile per donnole, furetti ed ermellini, che si portano una nomea di animali difficili da addomesticare, ma che sono invece per certi versi simili ai nostri amati gattini, specialmente se presi fin da piccoli.

furetto nel lavandino
furetto nel lavandino

Ci sono poi tantissimi roditori di dimensioni piccole o piccolissime. I più comuni sono criceti, scoiattoli e porcellini d’India, ma la scelta è ampia: cavie, topolini domestici, gerbillini, cincillà, degù, e poi ancora, ratti da compagnia o cani della prateria. Tra tutti questi, alcuni sono molto noti, altri meno conosciuti. Ad esempio i degu, roditore simile al gerbillo originario del Cile. Oppure i cani della prateria, degli animali più grossi rispetto agli altri, simili alle marmotte.

cavia peruviana
cavia peruviana

Altri animali da compagnia: uccelli e pesci

Se tra i mammiferi c’è chi predilige poi delle scimmie come animali domestici (non dei grandi primati, però, bensì delle scimmiette piccole come la scimmietta cappuccina), generalmente le alternative principali appartengono ad altre specie, come uccelli o pesci. Di volatili domestici ne esistono davvero tantissimi: pappagallini, cacatua, gli amatissimi canarini, le colombe, i diamanti mandarini, e poi ovviamente galli, galline e anatre. Chi è più appassionato agli animali esotici può invece optare per delle are, grandi pappagalli tropicali. Ancora più ampia è la scelta per quanto riguarda i pesci: di animaletti acquatici di piccole dimensioni puoi prenderne anche più di uno alla volta, optando per i più comuni o andando su quelli più particolari (c’è anche chi sceglie dei piranha, non proprio i più simpatici dei pesciolini).

pappagalli inseparabili
pappagalli inseparabili

Animali domestici esotici o meno comuni

Tra gli animali da compagnia che spesso vengono tenuti in delle vasche come quelle dei pesci, ma prive d’acqua, non ne mancano. Ci sono ad esempio i rettili. Non solo lucertole e simpatici gechi, sono molto diffuse anche le tartarughe d’acqua o di terra (di differenti dimensioni) o le testuggini, iguane e camaleonti (attenzione a non perderli, perché ritrovarli è molto difficile!) e serpenti. Qualora si decidesse di optare per un animale strisciante, sarà comunque importante approfondire il carattere delle singole specie e i suoi bisogni, magari optando per una tipologia non velenosa.

bambino con serpente
bambino con serpente

Altri animali che possono essere tenuti in vasca sono poi appartenenti alla classe degli anfibi. Rientrano in questa categoria i tritoni, le salamandre e tutti gli animaletti dell’ordine degli anuri (rane, rospi e raganelle). Anche in questo caso è consigliabile fare degli studi più approfonditi per scegliere la razza che fa per noi.

Infine, da qualche anno a questa parte si è diffusa sempre più la moda di prendere come animali domestici degli artropodi, in particolare insetti e aracnidi. Ti sarà capitato di vedere infatti teche in cui sono conservati veri e propri formicai. Le formiche, animali molto intelligenti, non ti daranno magari soddisfazioni dal punto di vista dell’affetto, ma ti sorprenderanno per le loro qualità. Ma c’è anche chi sceglie di prendere con sé grilli o fasmidi (come l’insetto stecco), degli animali decisamente più atipici. Meno raro invece l’addomesticamento di scorpioni e soprattutto di ragni, in particolare delle migale (comunemente conosciute come tarantole). Per tantissime persone animali da compagnia migliori anche di cani e gatti. Questioni di gusti.

Prima di prendere un animale domestico esotico però cerca sempre d’informarti anche su ciò che dice la legge. Non tutte le specie di animali sopra elencate possono infatti essere tenute legalmente in Italia. Meglio sempre fare una ricerca, piuttosto che andare incontro a sanzioni e guai seri.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 21-11-2021


Cagnolino chiude gli occhi dopo il salvataggio: il video commuove il web

Pesci rossi: come sceglierli e come prendersene cura