Recita in produzioni di grido per la serialità italiana, da Doc – Nelle tue mani a I bastardi di Pizzofalcone. Ecco chi è Simona Tabasco.

L’età e il talento lasciano intravedere un radioso futuro per Simona Tabasco, già scritturata in importanti produzioni televisive italiane. La capacità di immedesimarsi in personaggi anche abbastanza tormentati, abbinata a una bellezza acqua e sapone, le sono valse le attenzioni del pubblico. Proviamo a saperne di più sul suo conto, in quanto artista ma anche in quanto donna.

Simona Tabasco: la biografia

Simona Tabasco nasce il 5 aprile 1994, sotto il segno dell’Ariete, a Napoli, figlia di un’impiegata e di un grafico pubblicitario. Fin da bambina scopre la passione nei confronti della recitazione e le prime esperienze arrivano grazie al Giffoni Film Festival, la celebre kermesse romana, per cui recita in ben due cortometraggi.

Una volta ottenuto il diploma lascia il capoluogo campano e si trasferisce a Roma, dove studia presso il Centro Sperimentale di Cinematografia. Nel 2013 entra nel cast della serie tv Fuoriclasse, in onda su Rai Uno, con Luciana Littizzetto. Assume le sembianze di Aida Mernissi, una nuova arrivata al liceo Caravaggio, della quale Michele subito si innamora.

Simona Tabasco
Simona Tabasco

Durante il 2014 approda al cinema con il lungometraggio Perez di Edoardo De Angelis. È Tea, figlia del protagonista Luca Zingaretti: la performance le frutta ai Nastri d’argento 2015 il Premio Guglielmo Biraghi. Poi intraprende esperienze nelle fiction È arrivata la felicità (con Claudia Pandolfi, Claudio Santamaria e Myriam Catania), I bastardi di Pizzofalcone, 1994 e Doc – Nelle tue mani. In quest’ultimo spettacolo impersona Elisa Russo, una specializzanda del reparto di Medicina Interna dai modi duri ma che nasconde in realtà un passato burrascoso.

In merito al grande schermo appare ne I babysitter, Bob & Marys e Lacci, lungometraggio del 2020 diretto da Daniele Luchetti. Quella de I babysitter, opera prima di Giovanni Bognetti, rappresenta una grossa opportunità di mettersi in mostra. Difatti, è la protagonista femminile di un cast d’eccezione, che annovera, tra le proprie fila, Diego Abatantuono, Francesco Mandelli e Paolo Ruffini. Inoltre, Simona Tabasco prende parte ai videoclip di Rose Viola del rapper Ghemon (brano portato i concorso al Festival di Sanremo nel 2019) e Vento del sud di Tiromancino di Federico Zampaglione.

Simona Tabasco: la vita privata

Dopo aver posto fine a una convivenza, non ha attualmente un fidanzato, dedicandosi alla carriera che, negli ultimi anni, le sta permettendo di togliersi parecchie soddisfazioni. Non le è sembrato opportuno portare avanti la relazione, trascinarla: desiderava vivere in maniera indipendente tale momento di crescita, protesa all’obiettivo.

D’altra parte, è parecchio solitaria: le piace leggere e pensare. Oltretutto c’erano delle cose nel rapporto che non funzionavano. I requisiti dell’uomo ideale? Qualcuno che sappia farla ridere e prendersi cura di lei. Attiva su Instagram, abita a Roma, mentre non si hanno informazioni sul patrimonio.

5 curiosità su Simona Tabasco

– È alta appena 1.65 m.

– Ha un fratello gemello, Marco, al quale è molto legata.

– Per le sue interpretazioni ha due muse ispiratrici: Jasmine Trinca e Marion Cotillard. Le piacciono perché riescono a essere pulite, a comunicare emozioni e ne apprezza le scelte compiute.

– Prima di andare in scena canticchia le sue canzoni preferite, soprattutto di Gigi d’Alesso, trovandole parecchio orecchiabili.

– Non “fregherebbe” mai un fidanzato ad un’altra: cerca il rispetto e la tranquillità tra le persone.

ultimo aggiornamento: 11-08-2021


Chi è Antonella Roccuzzo, la moglie di Lionel Messi?

Chi era Giorgio Lopez, attore, doppiatore e fratello di Massimo