9 Aprile: la Domenica delle Palme si celebra oggi ricordando l’ingresso di Gesù in Gerusalemme

Un momento festoso prima della Passione

9 Aprile: la Domenica delle Palme è un altro dei momenti dell’anno liturgico in cui i Cristiani ripercorrono le tappe fondamentali della vita del Cristo.

La simbologia della palma o dell’ulivo

La Domenica delle Palme prende il nome dalle foglie di palma con le quali gli Ebrei di Gerusalemme salutarono festosamente Gesù mentre quest’ultimo entrava per la prima volta nella Città Santa per continuare la sua predicazione.

Le foglie di palma assumono in questa circostanza ben due significati simbolici che con il tempo sono stati lentamente dimenticati. Innanzitutto la palma è simbolo del volgere dell’anno solare, poiché dal tronco di una palma nasce una nuova foglia ogni mese. Nel contesto di questa celebrazione la palma rappresenta lo scorrere del tempo, una nuova e fondamentale tappa del cammino di Cristo.

La palma è in grado di gemmare anche dopo che il tronco è bruciato: per questo motivo in Grecia assunse lo stesso nome dato all’uccello che secondo il mito era in grado di risorgere dalle sue stesse ceneri, la Fenice. Inutile dire quanto sia suggestiva per questo la similitudine tra la palma e il Cristo Risorto.

Naturalmente le palme, così diffuse in Gerusalemme, non sono allo stesso modo presenti in tutti i luoghi in cui si pratica il cristianesimo. Per questo motivo nell’intera zona del Mediterraneo le palme vennero sostituite con rami di ulivo. L’ulivo fa riferimento a un episodio di poco precedente la Pasqua: mentre era a cena a casa di Simone, Maria di Betania unse le tempie di Gesù con il prezioso olio con cui si ungevano sacerdoti, re e profeti, consacrandolo come Messia.

Nelle zone del Nord Europa e in altri luoghi dove non cresce l’ulivo si utilizzano per le celebrazioni di questa domenica rami e fiori intrecciati.

9 Aprile: la Domenica delle Palme

Le celebrazioni della Domenica delle Palme sono particolarmente festose, con la benedizione delle palme e la processione che, entrando in chiesa, intende ricordare l’entrata di Cristo in Gerusalemme. Nonostante l’incipit pieno di allegria, la celebrazione eucaristica sarà scandita dalle letture in merito alla passione del Cristo.
Assieme al Natale, al Battesimo di Gesù e alla Pasqua, la Domenica delle Palme è una delle ricorrenze legate alla vita mortale del Cristo.