25 Dicembre: le origini del Natale

Una festa pagana che il cristianesimo ha riscritto a propria immagine

chiudi

Caricamento Player...

25 Dicembre: le origini del Natale risalgono a tempi antichissimi e a molte regioni d’Europa e del Medio Oriente. Il Sole era sempre al centro di queste celebrazioni.

Il solstizio d’Inverno

Solstizio d’Inverno è il nome che viene dato al giorno più breve dell’anno. Cade il 21 Dicembre (o talvolta il 22) e vede il Sole alla più bassa altezza possibile sull’orizzonte.
Passato il Solstizio la lunghezza del giorno tenderà progressivamente ad aumentare. Dopo il culmine dell’inverno, quindi, il sole sembra tornare a vincere sulle tenebre.

E’ questo il significato profondo e più antico di tutte le celebrazioni che nel corso della storia dell’umanità si sono succedute in questo periodo dell’anno: feste di rinascita o più propiamente di resurrezione di varie figure divine e maschili, molte delle quali partorite da una vergine.
Tra le più famose tra queste divinità c’è sicuramnete Mitra, dio dell’induismo e della religione persiana, conosciuto anche dai greci (nel periodo ellenistico) e in seguito dai romani. Era dio del Sole, dell’onestà, dell’amicizia e dei contratti. In seguito alla riforma del profeta Zarathustra il pantheon indo – iranico si modificò e Mitra assunse anche la connotazione di protettore dei giusti dalle forze demoniache, dio dell’aria e della luce era considerato onnisciente e infallibile.
Sua madre, la dea Anahita, era una vergine.

25 Dicembre: le origini del Natale

La nascita di Mitra si celebrava il 25 Dicembre, poiché per quanto abbastanza correttie, le conoscenze astronomiche dell’epoca facevano coincidere il Solstizio Invernale con il 24 e non con il 21 Dicembre. Il Dies Natalis Solis Invictis (Giorno Natale del Sole Invincibile) fu con il tempo sostituito dalla festività cristiana della Nascita di Cristo, che tante connotazioni aveva in comune con il persiano Mitra. Tale festività divenne legale e ufficiale sotto l’imperatore Giustiniano.
Tra le altre divinità che condividono con Cristo il giorno di nascita ricordiamo Dioniso (anche lui destinato a risorgere bambino dopo che il suo corpo era stato fatto a pezzi da adulto).
Simili alle immagini della Madonna con Bambino sono anche le immagini di Iside e Horus, divinità della fecondità e del Sole nell’antichissima religione egiziana. Il disco solare sul capo di Horus bambino è stata iconograficamente trasformata in aureola. Anche Horus, naturalmente, nasceva il 25 Dicembre.