Sara Tommasi shock: “Sono viva per miracolo…”

In un’intima intervista a Vero, Sara Tommasi ha ripercorso le difficoltà degli anni passati, della sua malattia e di quella che ha definito “la discesa verso l’inferno.”

Sara Tommasi è sparita per diversi anni, dopo scandali inenarrabili e dichiarazioni controverse. La showgirl all’epoca aveva soltanto 27 anni e, ha rivelato a Le Iene, si trovava a convivere per la prima volta con il disturbo bipolare, malattia con cui oggi riesce a convivere solo grazie all’uso di farmaci e a una vita equilibrata.

“A 27 anni qualcosa nella mia testa ha cominciato a non funzionare. È avvenuto tutto molto lentamente, senza veri e propri segnali forti che potessero mettermi in allarme”, ha rivelato a Vero la showgirl. Sara Tommasi ha rivelato anche che all’epoca non avrebbe avuto il controllo su se stessa, e che alcune delle situazioni in cui era finita avrebbero potuto ucciderla.

L’inferno e la rinascita: Sara Tommasi ieri e oggi

Sara Tommasi ha ripercorso su Vero il difficile periodo che ha superato grazie ai dottori, e a una famiglia presente e volenterosa di soccorrerla. La stessa showgirl ha rivelato riguardo a quegli anni: “Una lunga discesa che mi ha portato diritta all’inferno. Oggi tutto questo per me ha un nome: ho scoperto di essere affetta da una forma di bipolarismo che ha una carattere genetico.”

Sara Tommasi
Fonte Foto: https://www.instagram.com/saratommasireal/?hl=it

Sara Tommasi: la madre e il ricovero in ospedale

“Il merito e stato tutto di mia madre. Non mi ha mai abbandonata, anche quando sparivo nel nulla per giorni e giorni: ha consultato diversi ospedali italiani e, grazie alla sua tenacia, ho iniziato le prime cure”, ha raccontato la showgirl al settimanale.

Di quegli anni, in cui il nome di Sara Tommasi era perennemente affiancato alla parola scandalo, la showgirl rivela di aver subito 6 ricoveri e di essere stata in più di un’occasione trascinata via a forza da un’ambulanza: “Non sapevo quello che facevo. Potevano propormi di tutto, tanto io non avevo minimamente la forza di reagire e ragionare. Ci sono state delle volte che sono stata letteralmente raccolta per strada, in stato confusionale, e portata all’ospedale con l’ambulanza. Credetemi, è un miracolo se sono ancora viva.”

Fonte Foto: https://www.instagram.com/saratommasireal/?hl=it

ultimo aggiornamento: 28-05-2018

Alice Antonucci

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X