Mancano ancora un po’ di mesi all’inizio del Festival di Sanremo 2023, ma Amadeus ha iniziato a seminare una serie di indizi.

Al suo terzo Sanremo come direttore artistico, Amadeus ha dimostrato di aver rinnovato profondamente il Festival della musica italiana. Ha portato sul palcoscenico del Teatro Ariston tantissimi nuovi giovani che, come prevedibile, hanno presentato brani di musica molto diversi da quelli della tradizione della kermesse. Amadeus, però, ha saputo individuare i cambiamenti e coinvolgere anche i giovani riuscendo, così, a rendere il Festival uno spettacolo per tutti.

Amadeus e la novità di Sanremo 2023

Intervistato da RadioCorriereTv, il direttore artistico e conduttore ha sottolineato che, anche per il 2023, il Festival di Sanremo farà largo ai giovani.

“Ci devono essere pezzi e cantanti attuali, a prescindere dall’età – ha sottolineato Amadeus – . Questo non vuol dire solo le nuove generazioni, ma certamente i giovani ci devono essere perché sono loro a dare il polso dell’attualità musicale”.

“Prima erano tenuti fuori – ha ricordato, facendo riferimento agli anni in cui la kermesse musicale presentava solo cantanti esponenti della musica tradizionale italiana – . Tutto ciò che è attuale dev’essere presente sul palco dell’Ariston”.

Ancora una volta, dunque, Amadeus dimostra di voler essere un conduttore al passo coi tempi e di voler rinnovare profondamente Sanremo rendendolo uno spettacolo trasversale, adatto a tutti e per tutte le età.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 13-09-2022


Francesco Paolantoni, il dramma: “Non avevo soldi per pagare le bollette”

William e Harry, la reunion grazie ad un messaggio: primo passo verso la pace