Riassunto Uomini e Donne del 04 ottobre: trono over

Riassunto Uomini e Donne del 04 ottobre: oggi pomeriggio è toccato ancora una volta al trono over, che inizia in modo imbarazzante

chiudi

Caricamento Player...

Riassunto Uomini e Donne del 04 ottobre: oggi Cosetta è in trasmissione per conoscere il cavaliere Marco. Ma la donna non ha gradito le parole dell’uomo sentite dietro le quinte e glielo fa subito presente. “Guardandoti in tv mi aveva molto colpito la tua umiltà e la tua semplicità, ma ora ti ho sentito dire certe cose (l’uomo ha detto di voler frequentare solo Gemma) e non mi piaci più, perciò me ne vado!”. Ma lui si difende: “Ehi aspetta! A me fa piacere conoscere persone che hanno dimostrato interesse per me…non è una cosa così frequente!”.

L’uomo comunque sembra aver ammesso che d’ora in poi non accetterà di conoscere altre signore

Cosetta fa allora per andarsene, ma Giuseppe che si dice interessato a conoscerla. Lei rimane e va a ballare con lui.

Si passa poi a Francesco e alle sue pene d’amore con Aurora. Lui racconta di aver provato più volte a chiamarla senza ottenere risposta. La signora fa il suo ingresso e Francesco vuole subito sapere se ci sia ancora una qualche possibilità tra loro.

Lei però ha scarsissima fiducia in lui a causa del ritrovamento di un paio d’orecchini sul comodino della stanza da letto. “Io ti sono sempre stato fedele!”, rivendica con forza Francesco.

Insomma, dopo alcuni battibecchi, continuano a volare accuse reciproche.

Tuttavia durante il ballo le immagini ci mostrano Aurora piangere dietro le quinte, consolata da Alberto.

Francesco si scusa e la consola: “Io l’amo! Vorrei azzerare tutto e ricominciare da capo! Invito Aurora ad aprire il suo cuore…le avevo anche preso un regalo che lei non ha voluto accettare, sta ancora nel cassetto, mi è costato un sacco di soldi!”.

Infine vediamo un filmato che riepiloga le vicende di Luca con Valentina e Silvia. “Silvia chiama poco, manda pochi messaggi, poi la sera ci sentiamo…“, dice lui. Tra i due ci sono stati dei baci ma per ora entrambi si considerano liberi.