Proprietà del Kamut

Proprietà del kamut, il marchio del grano registrato dall’omonima azienda americana

chiudi

Caricamento Player...

Kamut è un marchio registrato che appartiene all’azienda statunitense Kamut e distingue una specifica varietà di grano khorasan che possiede delle caratteristiche organolettiche tali da preservarne la qualità. Il grano Kamut è dunque un cereale molto antico con delle spiccate capacità nutrizionali e già coltivato dalla popolazione egiziana nell’antico Egitto. I suoi chicchi hanno normalmente delle dimensioni più grandi e per questo il kamut viene anche chiamato grano gigante.

Proprietà del kamut, i valori nutrizionali

Considerato un cereale capace di donare un maggior apporto energetico, il kamut contiene il 9,8% di acqua, il 15 % di proteine, il 2,2 % di grassi, il 9 % di fibre alimentari, l’8,2 % di zuccheri, il 52,4 % di amido e l’1,8 % di ceneri. Del tutto assente, invece, il colesterolo. Per quanto riguarda, invece, i minerali il kamut contiene: magnesio, fosforo, potassio, rame, zinco, selenio, calcio e ferro. Le vitamine sono: la vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, E. Queste sono presenti in quantità del 30% in più rispetto al grano comune. Gli zuccheri sono il maltosio, il saccarosio, destrosio e fruttosio.

Proprietà del kamut, i benefici per l’organismo

Come spiegato da Laura Gazza, ricercatrice dell’Unità di Ricerca per la valorizzazione qualitativa dei cereali del Consiglio di ricerca in agricoltura: “È una varietà di frumento con un glutine molto destrutturato: si spiega così la sua più facile digeribilità, simile a quella che si riscontra quando si consumano prodotti a base di farro, di grano monococco e di senatore cappelli”. Sebbene ancora non ci siano degli studi scientifici che attestino questa verità, sono molte le persone che hanno testimoniato una maggiore digeribilità e minore pesantezza dei cibi che hanno alla loro base farina di kamut. I semi sono ideali anche per essere sostituiti al tradizionale risotto, anche se occorre ricordare che tutti i prodotti alimentari a base di kamut hanno tempi di cottura notevolmente più lunghi rispetto a quelli tradizionali.