Piercing finto sulla lingua: è sicuro?

Il gioco di una sera o le prove generali di quello definitivo

chiudi

Caricamento Player...

Piercing finto sulla lingua: si tratta di magneti che creano l’illusione di un piercing senza forare la lingua.

I motivi per provare un piercing magnetico

Bucare la lingua non è sempre una decisione che si prende a cuor leggero. I motivi possono essere tanti: la paura degli aghi, di possibili infezioni, l’opposizione dei genitori e i dubbi estetici su un intervento così invasivo possono portare a rimandare il momento della decisione.
Per cominciare a familiarizzare con l’dea del piercing sulla lingua si può provare allora con quello magnetico: si tratta di piccole sfere metalliche caricate magneticamente che vanno posizionate sopra e sotto la lingua.

I vantaggi sono diversi, ma quello fondamentale è che non è necessario sottoporsi ad alcuna piccola operazione chirurgica per indossarli, non lasciano cicatrici e possono essere rimossi con facilità. Si consiglia comunque di togliere il fake piercing quando si mangia o quando si dorme, per evitare di ingoiare accidentalmente una delle sfere.
Si consiglia inoltre di non portarlo per un numero eccessivo di ore per non compromettere la circolazione sanguigna della lingua.

Piercing finto sulla lingua: è sicuro?

A fronte degli indiscutibili vantaggi, c’è da dire che il rischio di ingoiare le sfere magnetiche, che potrebbero anche andare ad ostruire le vie aeree, è piuttosto alto. Negli Stati Uniti non sono stati pochi i casi di adolescenti che hanno messo a rischio la propria salute a causa dei piercing magnetici e più di una scuola si è mossa a livello istituzionale per vietare ai propri alunni di indossarli durante l’orario scolastico.
Nell’East Midlands, in Inghilterra, due bambini dovettero essere sottoposti ad intervento chirurgico proprio per estrarre i magneti che avevano ingoiato per errore.
In alternativa ai fake piercing calamitati sono sul mercato dei piercing che rimangono fermi sulla lingua grazie a un sistema a ventosa. Oltre che meno ingombranti di quelli a calamita, i piercing a ventosa risultano sicuri anche in caso di inghiottimento. Hanno come unica controindicazione quella di causare una salivazione maggiore di quelli a calamita, cosa che può risultare fastidiosa e che a lungo andare può causare un distaccamento più o meno frequente del fake piercing.

Fonte immagine di copertina: Pinterest