Come riconoscere l’otite nei cani? Diamo uno sguardo ai sintomi più comuni e vediamo la cura ed eventuali rimedi naturali efficaci.

Un po’ come avviene negli umani, anche nei cani l’otite si manifesta con sintomi immediatamente riconoscibili. E’ opportuno che la problematica, onde evitare ulteriori disturbi, venga curata il prima possibile. Vediamo il trattamento più efficace ed eventuali rimedi naturali.

Otite cane: come riconoscerla?

L’otite nei cani è un’infiammazione del canale auricolare molto dolorosa. Quando si manifesta è necessario curarla il prima possibile, in modo da evitare che l’infezione raggiunga le parti più interne dell’orecchio. Solitamente, infatti, questa problematica è esterna e affligge il canale uditivo. In alcuni casi, però, l’infiammazione può coinvolgere anche la parte media e quella più interna dell’orecchio ed essere più difficile da trattare.

Generalmente, l’otite cani ha sintomi ben precisi e impossibili da non vedere. Fido scuote la testa, si gratta l’orecchio arrivando anche strofinarlo a terra, piange, rifiuta il contatto perché avverte troppo dolore e cammina tenendo il capo inclinato da un lato. L’infezione può colpire un solo orecchio o essere bilaterale. Vi basterà guardare la zona interessata per capire se è in corso un’infezione. Se vedete materiale marrone scuro e sentite un odore poco gradevole proprio in corrispondenza dell’orecchio, urge portare il cane dal veterinario di fiducia.

E’ bene sottolineare che alcune razze sono maggiormente predisposte a sviluppare l’otite, soprattutto per la forma stessa dell’orecchio. I cani con le orecchie cadenti come i Beagles o gli Spaniel, ad esempio, sono esposti ad un rischio più alto di contrarre l’infezione. Questo perché la ventilazione del canale auricolare è ridotta, con un conseguente rischio maggiore di macerazione del cerume.

orecchie sporche cane

Otite cane: cura e rimedi naturali

Per quel che riguarda il trattamento, invece, questo prevede sia i farmaci che una corretta igiene della zona interessata. Ovviamente, i medicinali (antibiotici, antimicotici e antinfiammatori) possono essere somministrati solo dietro ricetta del medico veterinario, facendo attenzione a rispettare la dose indicata. Anche la pulizia dell’orecchio deve essere effettuata con prodotti specifici, sempre consigliati dal medico, e seguendo le sue indicazioni. Tra i rimedi naturali, il più efficace ed utile anche a prevenire l’otite nel cane è l’olio essenziale di tea tree oil. Unica raccomandazione: va diluito con l’olio extravergine di oliva. Ricordate, infine, che una corretta e costante pulizia consente di evitare il mal d’orecchio nel cane.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 24-09-2021


Adotta un alveare 3Bee, un gesto semplice ma estremamente importante

Cagnolino salva un orsetto malato portandolo al suo padrone