Anche il vincitore di Sanremo 2019 Mahmood abitava nel palazzo di via Antonini, a Milano, che ha preso fuoco domenica 29 agosto.

Il cantante Mahmood sarebbe stato tra i primi a mettersi in salvo domenica 29 agosto, quando il palazzo in cui abitava a via Antonini 33, a Milano, è stato completamente divorato dalle fiamme. Il cantante risiedeva al nono piano della stabile e fortunatamente, come lui, sarebbero riusciti a mettersi in salvo anche gli altri residenti del palazzo che, nel corso della giornata, è andato praticamente distrutto.

Mahmood: l’incendio

Al momento Mahmood non ha rilasciato dichiarazioni in merito alla sua fuga dal palazzo di via Antonini, a Milano, che nel pomeriggio di domenica 29 agosto è diventato una torcia costringendo i residenti ad abbandonare quanto prima la struttura. Fortunatamente non ci sarebbero state vittime, ma circa 20 abitanti della palazzina sono stati portati in ospedale con sintomi d’intossicazione. Il palazzo – così come alcune auto parcheggiate sotto di esso – risulta essere distrutto nonostante il tempestivo intervento dei vigili del fuoco. Alcuni residenti si sono dati alla fuga portando con loro i pochi oggetti che sono riusciti a prendere prima che il palazzo diventasse completamente inagibile.

La diretta di Morgan

Al momento dell’incendio nel palazzo accanto si trovava anche Morgan, nome d’arte di Marco Castoldi, che via social ha raccontato la sua fuga attraverso una diretta Instagram: “Stavamo per andare a fuoco anche noi però eravamo nella casa di fianco”, ha dichiarato il cantante, e ancora: “Non ho neanche preso le chiavi di casa perché sono scappato subito appena ho sentito il calore”.


Meghan Markle, patrimonio in crescita: ora vale 50 milioni di dollari

Kledi papà bis e la drammatica confessione di Bebe Vio: tutte le news di gossip del weekend!