Oltre a Kobe Bryan e la figlia tredicenne, sale il bilancio delle vittime dell’incidente in elicottero: 9 persone hanno perso la vita.

La stella del basket americano Kobe Bryant non è stata l’unica vittima dell’incidente in elicottero che avuto luogo nella giornata di domenica 26 gennaio 2020 sui cieli della California. L’hanno fatto sapere le autorità americane e la notizia ha presto fatto il giro mondo grazie ai social.

Con Kobe Bryant e sua figlia Gianna, 13 anni, c’erano anche il pilota Ara Zobayan, John Altobelli con la moglie Keri e la figlia Alyssa, l’allenatrice di basket Sarah Chester e la figlia Payton e Christina Mauser.

Chi sono le vittime dell’incidente costato la vita a Kobe Bryant?

La terribile tragedia che ha colto di sorpresa in nostro paese nel corso della serata di domenica 26 dicembre 2020 lascia ancora molti interrogativi. Le zone d’ombra si concentrano perlopiù sulle cause della tragedia che hanno visto l’elicottero Sikorsky S-76 in fiamme schiantarsi sul fianco di una collina nei pressi di Calabasas, in California.

Gianna, la figlia di Kobe non è stata l’unica giovane vittima: ha perso la vita anche l’adolescente Alyssa, figlia di John Altobelli, allenatore di baseball all’Orange Coast College e di sua moglie Keri. Anche i genitori della ragazzina erano sul velivolo e non sono sopravvissuti. La stessa sorte è purtroppo toccata all’adolescente Payton e sua mamma, Sarah Chester.

Morto anche il pilota Ara Zobayan e Christina Mauser, allenatore di basket femminile dell’accademia di Bryant.

Nessuna delle persone presenti al momento dell’impatto è sopravvissuta.

La notizia, difficile da credere e da accettare, è stata data in primis da TMZ. Molti sono stati i commenti e i tributi a Kobe dal mondo dello sport, della politica e dello spettacolo. Un pensiero speciale va a Vanessa, moglie del campione e della piccola Gianna che si è chiusa in un dolorosissimo silenzio.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Kobe Bryant

ultimo aggiornamento: 27-01-2020


Simona Ventura è una furia: “Sputi veleno a comando”

Da Trump a Obama, da Totti a Ronaldo: il mondo piange Kobe Bryant