Quali sono i gatti da appartamento? Vediamo le razze più docili e scopriamo se esiste davvero un felino non adatto all’ambiente domestico.

Se avete intenzione di accogliere in famiglia un gatto da appartamento, è bene che sappiate in anticipo quali sono le razze che si adattano meglio all’ambiente domestico. I felini, generalmente, si abituano facilmente alla casa, ma non dobbiamo mai dimenticare che amano il sole e l’erba. Per cui, diamo uno sguardo ai mici che sono più docili e addomesticabili.

Gatti docili da appartamento: quali sono?

I gatti casalinghi sono quelli che, generalmente, si adattano bene all’ambiente domestico e non hanno bisogno di spaziare in giardino. E’ bene sottolineare che, quasi tutti i felini, amano distendersi al sole e poter mettere le zampine sull’erba, ma ci sono alcune razze che riescono a farne a meno. Pertanto, prima di accogliere un micio in casa, informatevi bene sulla razza che più si adatta al vostro ambiente.

Scopri i luoghi dei più famosi delitti italiani

Tra le specie più docili e casalinghe c’è il Persiano. Fedele quasi come un cane, si affeziona molto al suo padrone, ma necessita di attenzioni e cure. Ama, infatti, stare a contatto con le persone e desidera che gli occhi di tutta la famiglia siano puntati su di lui. Quanti lo accolgono in appartamento, devono dedicare almeno dieci minuti al giorno alla cura del pelo, che va regolarmente spazzolato, e a quella degli occhi, che tendono a lacrimare.

gatto grigio

Un altro gatto da appartamento è il Siamese. Razza a pelo corto, se addomesticato correttamente esce volentieri al guinzaglio come se fosse un cane. Anche se non è eccessivamente tranquillo, impara velocemente le regole ed è fedele al suo compagno umano. Se amate i mici particolarmente docili, non potete che scegliere il Ragdoll. Adatto anche alla convivenza con i bambini, con i quali è particolarmente paziente, adora giocare e avere su di sé le attenzioni della famiglia. Che dire, poi, del Certosino? Con il suo manto grigio e i gli occhi profondi, è una delle razze più acquistate di sempre. Giocherellone fino alla nausea, è anche molto affettuoso e dolce.

Razze di gatti da appartamento

Prima di accogliere un gatto in casa, ricordatevi che, così come i cani, anche i felini necessitano di attenzioni. Non sono impegnativi quanto Fido perché non hanno bisogno di uscire in passeggiata, ma vanno spazzolati, alimentati e coccolati ogni giorno. Nessun animale è un peluche, pertanto se non avete abbastanza tempo, cambiate idea. Tornando ‘a Bomba’, una razza di gatti perfetta per l’ambiente domestico è il Maine Coon. Rispetto agli altri ‘fratelli pelosi’ è più grande e ha un manto fitto e spesso, che richiede molte cure. Anche se non è alla ricerca di attenzioni continue, ama socializzare con la famiglia, sia quando sono presenti bambini che altri animali, ed è molto paziente. Altro micio che ha bisogno di una certa manutenzione, a causa del pelo folto e vellutato, è il Birmano. Se riuscite a superare questo ‘scoglio’ è una razza perfetta per l’ambiente domestico. Con muso rotondo e occhi blu a mandorla, ha un carattere tranquillo e affettuoso. Unica raccomandazione: necessita di contatto umano, per cui non accoglietelo in casa se siete fuori per la maggior parte della giornata.

Tra i gatti a pelo corto da appartamento, una razza da prendere in considerazione è il British Shorthair. Sono decisamente tranquilli, tanto che il loro passatempo preferito è sonnecchiare e stirarsi. Anche se non sono eccessivamente giocherelloni, hanno bisogno di fare un minimo di attività fisica per scaricare le energie. Pertanto, il padrone deve essere abbastanza bravo da attirare la loro attenzione. Infine, anche il Burmese merita una menzione speciale. Micio con un corpo atletico, ha occhi dorati e rotondi. Adora le coccole ed è molto socievole. Unico neo: soffre la solitudine, per cui non lo scegliete se trascorrete la maggior parte della giornata fuori casa.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 29-09-2021


Gastroenterite cane, sintomi e cura: come aiutare il nostro amico a quattro zampe

La storia del cagnolino Mickey, abbandonato perché malato