Le Frasi di Buona Pasqua di San Giovanni Paolo II e Papa Francesco

Parole da cui trarre ispirazione e insegnamento per celebrare la resurrezione di Cristo

chiudi

Caricamento Player...

Le Frasi di Buona Pasqua sono nella maggior parte dei casi riferite alla serenità familiare, ma si dovrebbe anche parlare di pace in senso più ampio.

L’urgenza della pace nelle parole di Giovanni Paolo II

Avendo vissuto in prima persona gli orrori che la popolazione polacca fu costretta a subire durante la Seconda Guerra Mondiale, Papa Wojtyla fu sempre estremamente sensibile ai temi della pace del mondo, e più volte intervenne in difesa dei popoli vittime di violenze belliche. I suoi messaggi al mondo in occasione delle Pasqua furono la massima espressione della sua attenzione ai temi politici della pace e della concordia internazionale.

Nel 2003 pronunciò in occasione della Pasqua il seguente messaggio Urbi et Orbi:

“Se un vento contrario ostacola il cammino dei popoli, se si fa burrascoso il mare della storia, nessuno ceda allo sgomento e alla sfiducia! Cristo è risorto; Cristo è vivo tra noi, realmente presente nel sacramento dell’Eucaristia, Egli si offre quale Pane di salvezza, Pane dei poveri, Cibo dei pellegrini.”

Il breve ma toccante componimento poetico “La pace si costruisce” Giovanni Paolo II affrontò lo stesso tema con lo stile semplice e appassionato con cui durante l’intera durata del suo pontificato parlò alle folle.

La pace si costruisce
Aprite gli occhi a visioni di pace!
Parlate un linguaggio di pace!
Fate gesti di pace!
Perché la pratica della pace
porta alla pace.
La pace si rivela e si offre
a coloro che realizzano,
giorno dopo giorno,
tutte quelle forme di pace
di cui sono capaci.

Celebrare la resurrezione con le frasi di Buona Pasqua pronunciate da Papa Francesco

Nonostante il fatto che il suo pontificato sia cominciato da pochi anni, Papa Francesco è già molto amato per la sua capacità comunicativa.

Durante la Veglia di Pasqua in Vaticano, nel 2016 Papa Francesco toccò il tema della militanza cristiana, secondo la quale ogni credente deve diffondere nel mondo gli insegnamenti di Cristo:

“Apriamoci alla speranza e mettiamoci in cammino; la memoria delle parole e delle opere di Cristo sia luce sfolgorante, che orienta i nostri passi nella fiducia, verso la Pasqua che non avrà fine”