Florence, chi è il regista del film con Meryl Streep?

Esce il 22 dicembre “Florence”, il nuovo film con Meryl Streep: scopri chi è il regista della pellicola attualmente nelle sale italiane

chiudi

Caricamento Player...

Dopo aver conquistato il pubblico inglese e americano, esce il 22 dicembre in tutte le sale cinematografiche italiane”Florence“, il nuovo film con protagonista principale Meryl Streep. Si tratta di una storia liberamente ispirata alla vita di Florence Foster Jenkins, ricca ereditiera del ‘900 convinta di essere dotata di una voce potente e precisa tale da poter diventare una cantante lirica.

Florence

In realtà Florence Foster Jenkins è tutt’altro. E’ una donna convinta di sé, di un “talento” riconosciuto solo da lei stessa e da due compagni d’avventura con cui riuscirà a realizzare il sogno di una vita. Pur essendo stonata come una campana, Florence riesce a diventare una cantante lirica di successo riuscendo a tenere un concerto da tutto esaurito all’interno della prestigiosissima sala da concerti Carniage Hall di New York. Il film racconta e in un certo senso celebra le imprese della ricca donna americana che pur essendo priva di un talento vocale e di senso del ritmo ha un dono: la convinzione. Florence è una donna sicura di sé, forte, coraggiosa, capace di trasformare il suo non talento in qualcosa di speciale e unico. Una storia buffa, ma al tempo stesso con un enorme valore racchiuso nella frase simbolo del film: “tutte le voci meritano di essere ascoltate”.

Chi è il regista?

Stephen Frears è il regista del film “Florence“. Classe 1941, dopo aver tentato una carriera accademica comincia a lavorare con il Royal Court Theatre di Londra. Nel 1972 debutta al cinema con il film “Sequestro pericoloso” accolto tiepidamente dalla stampa e dal pubblico. Due anni dopo ci riprova con “Bloody Kids“, anche se sarà “Vendetta” a far accorgere stampa e critica del suo talento. Nel 1985 segue il grande successo di “My Beautiful Laundrette“, film realizzato per Channel 4. La grande popolarità del film arriva anche ad Hollywood che lo chiama per realizzare un film ispirato al romanzo “Le relazioni pericolose“. Nel 1990 è candidato al Premio Oscar come miglior regista per il film “Rischiose abitudini” a cui seguono in ordine sparso: “Due sulla strada”, “Alta fedeltà”, “The Quenn – La Regina”, “Philomena” e “The Program“.

(fonte foto: https://www.facebook.com/stephenfrears12/)