Emily in Paris è stato rilasciato su Netflix per la prima volta il 2 ottobre 2020: dalla trama al cast, ecco tutto quello che c’è da sapere sulla serie TV.

Emily in Paris è stata una delle novità di Netflix del mese di ottobre 2020. Le puntate della serie Tv sono arrivate sulla celebre piattaforma venerdì 2 ottobre e hanno attirato la curiosità di numerosi abbonati al servizio di streaming: basti pensare che la serie TV è ben presto entrata nella top ten delle più viste. Ma ha davvero conquistato il proprio pubblico? La risposta è nì. I tanti, troppi, stereotipi sulla Francia e sui francesi che fanno da contorno alla storia: elementi che hanno fatto storcere il naso numerosi spettatori. Tra questi anche le tante influencer (Giulia Valentina su tutte) che attraverso i propri profili Instagram hanno parlato della serie.

Emily in Paris: la trama

Emily in Paris segue le vicende di una ragazza americana, per l’appunto Emily Cooper, che decide di lasciare la sua vecchia vita per cominciarne una completamente nuova. E’ così che dopo aver mollato il fidanzato, fatto le valigie e salutato la sua Chicago, si trasferisce a Parigi.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Emily in Paris
Fonte foto: https://www.facebook.com/Emilyinparistv/

La vita in Europa è però completamente differente rispetto a quella negli Stati Uniti e Emily se ne accorge ben presto: a Parigi però avrà modo di trovare un nuovo lavoro, fare nuove amicizie e anche innamorarsi di un altro uomo. La serie TV si basa, in maniera un po’ superficiale, delle differenze tra gli Stati Uniti e la Francia.

Gli stereotipi di Emily in Paris

Quali sono gli stereotipi di Emily in Paris che più hanno fatto arrabbiare? Partiamo da come uomini e donne vengono rappresentati. Affascinanti, amanti appassionati, che amano anche il vino e lo champagne: così gli uomini. Le donne arrivate invece ormai ad una certa età sono rappresentate nella serie tv come rancorose, acide.

Emily in Paris: le recensioni sono (quasi tutte) negative

Stereotipi, si diceva: ed è il motivo per cui le critiche più feroci sono arrivate dai francesi. Secondo Sens Critique “Bisogna amare davvero la fantascienza per guardare questa serie; gli sceneggiatori devono aver esitato giusto per due o tre minuti prima di decidere di attaccare una baguette sotto il braccio di un francese o mettergli in testa un berretto per renderlo più distinguibile“. E non è l’unica che va in questa direzione

Emily in Paris: il cast

La protagonista principale di Emily in Paris è interpretata da Lily Collins, attrice che al cinema l’abbiamo potuta vedere in Shadowhunters – Città di ossa, ma anche di Okja di Bong Joan-ho (il regista pluripremiato per Parasite) e in Ted Bundy – Fascino criminale.

Nel cast di Emily in Paris troviamo poi anche Philippine Leory-Beauliau, Ashley Park, Lucas Bravo, Samuel Arnold, Bruno Gouery, Camille Razat, Kate Walsh, William Abadie, Aranud Viard e Charles Martins.

Emily in Paris 2 si farà?

A quanto pare sì, la seconda stagione di Emily in Paris si farà, per la gioia di chi nonostante le critiche ha amato il personaggio e non si è fermato ai tanti luoghi comuni che riguardano la Francia. Quando arriverà? Secondo le prime indiscrezioni tra l’autunno e l’inverno 2021, riprese permettendo considerata l’emergenza Covid in continua evoluzione. L’ideatore della serie ha anticipato questo sulla nuova stagione, in una intervista a OprahMag.com: “Nella seconda stagione Emily entrerà pienamente nel mondo in cui vive, diventando a tutti gli effetti una residente della città”. 

Fonte foto: https://www.facebook.com/Emilyinparistv/


Aquaman: ecco tutto quello che c’è da sapere sul film con Jason Momoa

Arriva il film su Gucci, dal successo all’assassinio: dirige Ridley Scott