Scopriamo insieme cosa mangiano le tartarughe d’acqua. I cibi concessi, quelli da evitare e come somministrarglieli.

Le tartarughe d’acqua sono dei rettili che per vivere bene hanno bisogno di un’alimentazione specifica e che tende a cambiare nel tempo. Per far sì che vivano bene e a lungo è quindi importante conoscere le loro necessità in fatto di alimentazione. Scopriamo, quindi, qual è il miglior cibo per tartarughe ad acqua, cosa mangiano e cosa non è per niente adatto a loro.

Cosa mangiano le tartarughe d’acqua dolce

L’alimentazione delle tartarughe d’acqua, a differenza di quanto si crede, non è fatta solo di pellet e gamberetti secchi. Per poter vivere bene in casa, queste creature hanno infatti bisogno di ben altri alimenti. Per prima cosa è quindi importante capire se si ha a che fare con tartarughe onnivore o carnivore.In entrambi i casi le verdure sono molto importanti e tra le più preziose ci sono la lattuga, il radicchio, le carote, la cicoria e il tarassaco.

tartaruga
tartaruga

Anche il pesce riveste ovviamente la sua importanza e tra i più indicati figurano la trota, il latterino e l’alborella. Quanto alla carne, le tartarughe d’acqua mangiano prevalentemente quella bianca come, ad esempio, il pollo.
n ogni caso è meglio non esagerare mai perché una quantità eccessiva potrebbe portarle ad ammalarsi.

Detto ciò, la maggior parte delle tartarughe d’acqua tende a mangiare più carne da piccola per poi passare ad un’alimentazione più orientata sui vegetali. Tra altri tipi di alimenti ci sono gli insetti, i preparati commerciali ed i già citati gamberetti che insieme ad altri alimenti come il fegato o le zucchine vanno dati in piccole quantità e solo di tanto in tanto.

Quanto devono mangiare le tartarughe ad acqua

Trattandosi di animali piccoli è importante non esagerare mai con le porzioni.
È inoltre importante ricordare che essendo molto voraci mangerebbero sempre. Motivo per cui è preferibile stabilire a priori quanto cibo somministrargli.
Sebbene crescendo possano necessitare di cibo anche solo due o tre volte al giorno, si può optare per fornirgli lo stesso suddiviso in parti uguali tutti i giorni. In questo modo si eviterà di sovraccaricarle.

Quanto alle dosi esatte, queste cambiano in base all’età e allo stato di salute della tartaruga. È quindi importante attenersi alle indicazioni del veterinario.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 24-11-2021


Vaccino per gatto: quando va fatto e cosa c’è da sapere

Chihuahua a pelo corto: tutto quel che c’è da sapere su questa razza