Cinque cose da fare in Emilia Romagna nell’autunno 2016

Preziosi tesori della terra, motori ruggenti e stregonerie

chiudi

Caricamento Player...

Cinque cose da fare in Emilia Romagna nell’autunno 2016 tra piatti tradizionali, fiammanti Ferrari, demoni e fate.

Frutta e funghi dimenticati

Sempre per il 2 Ottobre è prevista la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco a Sant’Agata Feltria. Oltre al goloso tesoro della terra che da il nome alla fiera e che verrà servito in moltissimi modi, i visitatori potranno assaggiare i prodotti dell’agricoltura e della pastorizia della zona: funghi, miele, formaggi. Sono previsti anche mostre e piccoli spettacoli di intrattenimento per adulti e bambini.
Ancora alla scoperta degli usi e dei sapori di Romagna si potrà andare nei 2 week end centrali di Ottobre, durante la Festa dei Frutti Dimenticati che si terrà a Casola Valsenio. Si tratta di una mostra mercato in cui gli agricoltori locali metteranno in vendita quelle piante coltivate anticamente per l’autoconsumo e che raramente venivano commercializzate. Azzeruole, avellane, prugnoli, cornioli, giuggiole, corbezzole, pere volpine e molti altri frutti che probabilmente non abbiamo mai visto attendono soltanto di essere scoperti. Il paese per l’occasione viene allestito con decorazioni e ricostruzioni della vita contadina di un tempo e animato da figuranti in costume tradizionale. Saranno numerosi gli stand a cui si potranno assaggiare specialità gastronomiche preparate con i prodotti in mostra alla fiera.

Cinque cose da fare in Emilia Romagna nell’autunno 2016

La Festa del Cavallino Rampante arriva in pompa magna alla sua diciassettesima edizione. Organizzata per il 2 Ottobre dal comune di Lugo (in provincia di Ravenna) in onore di Francesco Baracca, celeberrimo inventore del logo del cavallino rampante. L’iniziativa sarà animata dalla gara ciclistica Lugo – San Marino, destinata agli atleti di 15 e 16 anni. Alla Festa ci sarà anche spazio per la beneficenza: dalle 15.30 in poi chi vorrà fare un giro in una fiammeggiante Ferrari lungo le vie del paese contribuirà con il proprio denaro a sostenere le spese per la ricostruzione di Amatrice e delle altre zone colpite recentemente dal sisma. Nel pomeriggio saranno consegnate le targhe commemorative che premieranno alcune tra le Ferrari intervenute all’evento.
Rocchetta Mattei si trova a Grizzana Morandi, in provincia di Bologna. Si tratta della storica residenza di Cesare Mattei, scienziato e visionario che fondò la scienza dell’Elettromeopatia, che tra il 1860 e il 1890 gli assicurò una fama mondiale. Attualmente ristrutturata quasi del tutto, Rocchetta Mattei ospiterà fino al 30 Ottobre la mostra Stanze della Meraviglia: una mostra che raccoglie opere di 17 autori differenti intorno al tema dell’Esotismo Fantastico, in un continuo dialogo con la location.
Il 30 e il 31 Ottobre, mentre nel resto del mondo si celebra la più commerciale festa di Halloween a Riolo Terme viene celebrato per il ventiquattresimo anno il Capodanno Celtico. Verranno ricostruiti gli antichi villaggi e celebrati gli antichi riti druidici, verranno preparate pietanze secondo metodi tradizionali (vitelli e maiali cotti allo spiedo, stufati di verdura) accompagnati da vino e vin brulé. Sfilate in costume porteranno creature fantastiche e fatate a camminare lungo le strade del paese, facendo rivivere l’eterna lotta tra bene e male di cui il capodanno celtico è perenne celebrazione. A conclusione delle celebrazioni sarà dato fuoco al fantoccio di un enorme demone, che sarà sospeso sul fossato del castello del paese.