Cicloturismo: la Ciclovia dei tre fiumi

Un itinerario che permette di scoprire in bicicletta la pianura padana tra antichi borghi medievali.

chiudi

Caricamento Player...

La Ciclovia dei tre fiumi sviluppa interamente in pianura ed è adatta anche per i meno esperti.

Da Crema a Pizzighettone

L’itinerario parte da Crema, dove si può visitare il centro storico prima di iniziare a pedalare. Dalla sponda del fiume Serio ci si addentra nella pianura lombarda. Fate tappa alla Chiesetta del Marzale, di epoca romana. La Scala Santa è collegata a una cappella che in passato veniva risalita in ginocchio dai fedeli come atto di penitenza in memoria della via Crucis di Gesù.

Proseguendo si arriva a Ripalta Arpinia e a Castelleone dove potete visitare il Santuario della Beata Vergine della Misericordia. Si riprende il percorso passando per Fara Gera d’Adda, lungo la ciclabile delle Mura fino a Pizzighettone.

Per raggiungere Sabbioneta da Pizzighettone è possibile pedalare lungo la strada sopra l’argine maestro del Po, oppure prendere un treno regionale e iniziare il percorso da Piadena, lungo il fiume Oglio. Qui si trovano stradine prevalentemente sterrate e immerse nei campi. Arrivati ad Acquanegra si possono gustare molte specialità gastronomiche della zona, cucinate secondo la tradizione.

Arrivati a Commessaggio, nella cui piazza principale si può ammirare il massiccio Torrazzo Vespasiano del 1500, si attraversa il canale Navarolo su un ponte di barche, fedele copia dell’antico ponte vespasiano del 1583.

Si continua a pedalare tra i campi di grano fino a Sabbioneta, la città ideale voluta da Vespasiano Gonzaga, uno dei più importanti esempi di rinascimento lombardo rimasta perfettamente intatta nonostante il passare dei secoli. Si accede alla città attraverso imponenti porte che permettono di valicare la spessa cinta muraria eretta a difesa della città. Si suggerisce di soffermarsi per una visita al Palazzo Ducale, al Palazzo Giardino e al Teatro all’Antica, che conserva affreschi e decorazioni marmoree.