Giovane e brillante, Maria Vera Ratti vanta ruoli in fiction di notevole fama, fino a I bastardi di Pizzofalcone. Andiamo a conoscerla.

Mattone dopo mattone, gradino dopo gradino, apparizione dopo apparizione, l’attrice Maria Vera Ratti si è costruita la propria fortuna nello spettacolo. Pur avendo approcciato il set da relativamente poco tempo, può vantare nel curriculum diverse esperienze di assoluto rispetto, specialmente sulle reti Rai. Se apprezzi la serialità del servizio radiotelevisivo nazionale, probabilmente l’hai già vista in qualcuna delle sue parentesi professionali. Scopriamo allora chi è, prendendo in considerazione sia le parti ottenute in tv e al cinema sia il privato.

Maria Vera Ratti: la biografia

Maria Vera Ratti nasce il 26 settembre 1994, sotto il segno della Bilancia, in provincia di Avellino, anche se cresce a Napoli. Raggiunta la maggiore età, decide di lasciare la famiglia e di trasferirsi in Olanda, dove per molti anni si divide tra gli studi in Scienze Politiche e Studi Russi e dell’Asia Centrale presso l’Università di Leiden e la passione nutrita verso la recitazione. Difatti, in parallelo intraprende un corso teatrale.

In seguito, trascorre del tempo in Germania, a Berlino, prima di rientrare in Italia. Qui partecipa a qualche casting e, di lì a poco, scopre di essere stata ammessa al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Proprio nella Città Eterna assume confidenza con il teatro, scritturata in opere quali No Exit (2014) e Alice in Wonderland (2015).

Maria Vera Ratti
Fonte foto: https://www.instagram.com/mariaveraratti/

Già consapevole delle sue potenzialità, le arrivano significative conferme. Approda in televisione nel 2018 grazie alla fiction Rosy Abate – La serie, con Giulia Michelini. Qui è Nina Costello, figlia di un boss che finisce per innamorarsi di Leonardo – figlio di Rosy Abate – insieme al quale nell’ultima puntata convola a nozze.

Gli spettatori danno segno di apprezzarla parecchio nel ruolo di Enrica, timida maestra della porta accanto ne Il commissario Ricciardi, perdutamente innamorata del protagonista, portato in scena da Lino Guanciale. La giovane recita poi in Maradona – Sueño Bendito, opera dedicata all’indimenticato fuoriclasse argentino.

In un episodio della fiction Mina Settembre, con Serena Rossi, impersona Nanninella, una ragazza madre disposta a qualunque cosa pur di salvare il suo bambino dalla camorra. Volto della Gioconda nella produzione internazionale Leonardo, è un nuovo ingresso de I bastardi di Pizzofalcone 3.

Le tocca il personaggio di Elsa Martini: soprannominata “la Rossa”, veste i panni di vicecommissaria, reclutata per far fronte all’assenza forzata di Pisanelli. Al cinema, in Miss Marx di Susanna Nicchiarelli, assume le sembianze di Eleanor “Tussy”, una delle tre figlie del filosofo tedesco Karl Marz.

Maria Vera Ratti: la vita privata

Attenta a non lasciarsi sfuggire nulla sul suo profilo Instagram, la giovane, residente a Roma, tralascia dettagli circa la famiglia e gli amici. Apparentemente non si sta vedendo con nessuno. Non è noto il patrimonio.

5 curiosità su Maria Vera Ratti

– Di madrelingua inglese, parla, oltre all’italiano, pure lo spagnolo, il francese e il russo. Spazia con disinvoltura tra dialetti e accenti, nello specifico il napoletano, il romanesco, il british e l’americano.  

– Le risulta più facile esprimersi in inglese essendo cresciuta in una scuola inglese, frequentata da pochissimi italiani. Usava l’italiano unicamente a casa, con i propri genitori.

– Ha praticato sci a livello agonistico.

– Se potesse “rubare” un ruolo a una collega sceglierebbe quello di Marie Adler in Unbelievable, affidato a Kaitlyn Dever.

– Rivale di Serena Iansiti ne Il Commissario Ricciardi, fuori dal set le due sono tanto amiche: le lega una profonda stima.

ultimo aggiornamento: 23-08-2021


Nicoletta Orsomando, quello che non sapevi sulla Signorina Buonasera

Chi è Renata Erika, l’ex fidanzata di Marcell Jacobs e madre di suo figlio Jeremy