Qualcuno lo ha soprannominato “poeta maledetto”, per essere riuscito a dar voce alle inquietudini di un’intera generazione: ecco chi è Gianluca Grignani.

Gianluca Grignani è, tra gli artisti italiani che hanno decretato il successo musicale degli anni ’90, uno dei più amati di tutti i tempi. Ha fatto innamorare grandi e piccini con le sue splendide canzoni, tra cui ricordiamo il suo primo capolavoro La mia storia tra le dita e quello che è diventato ormai un grande classico, Destinazione paradiso. La sua vita non è stata però sempre rose e fiori…

Gianluca Grignani, la biografia

Nato a Milano il 7 aprile 1972, sotto il segno zodiacale dell’Ariete, Gianluca Grignani è cresciuto in periferia e a 17 anni si è trasferito a Correzzana, in Brianza. La sua passione per la musica è sfociata in tenera età sulla carta, quando ha iniziato a scrivere le sue prime canzoni. Ad ispirarlo, grandi artisti quali i Beatles, Elvis Presley e i Nomadi.

A 14 anni Gianluca ha preso in mano la sua prima chitarra, e da quel momento è stato amore perpetuo. Dopo essersi esibito in diversi locali della sua zona, ha studiato presso il Centro Professione Musica di Milano. E poco dopo ha conosciuto Vince Tempera e Massimo Luca, due produttori che gli hanno permesso di farsi conoscere presso le case discografiche più importanti dell’epoca.

Gianluca Grignani
Gianluca Grignani

La sua carriera è partita così, e nel 1994 Gianluca Grignani è diventato un artista molto amato dal pubblico. Ha partecipato più volte a Sanremo, ha pubblicato numerosi album e ha fatto concerti in tutta Italia. Da uno dei suoi successi è arrivato anche il soprannome Joker, con cui i suoi fan lo chiamano spesso. Ma ha dovuto sempre combattere contro i suoi demoni, che hanno più volte rischiato di distruggerlo.

La vita privata di Gianluca Grignani

Per qualche anno, la vita da rockstar ha avuto il sopravvento e Gianluca si è trovato a fare i conti con alcool e droghe, finendo diverse volte nei guai. È per questo motivo che la sua carriera ha subito delle brusche interruzioni, che lo hanno portato ad allontanarsi dal palco anche per alcuni anni consecutivi.

Inoltre Grignani ha sofferto molto a causa di ansia e attacchi di panico, dei “mostri” che lo hanno reso molto fragile. In talune occasioni è riuscito a tenerli sotto controllo grazie alla sua famiglia: è stato per molti anni sposato con Francesca Dall’Olio, e dalla loro relazione sono nati quattro splendidi figli (Ginevra, Giselle, Giosuè Joshua e Giona).

La coppia si è separata nel giugno del 2020, come aveva anticipato anche Dagospia. I motivi della loro rottura, dopo 17 anni di matrimonio, non sono noti.

Nel 2020, come annunciato anche dal suo profilo Instagram, Gianluca Grignani è tornato più carico che mai dopo anni di silenzio. Il suo nuovo brano Tu che ne sai di me ha segnato l’inizio di un progetto incredibile che gli ha permesso di riprendere in mano le redini della sua vita. Nel giugno dello stesso anno ha pubblicato un’altra canzone, dal titolo Non dirò il tuo nome, che parla appunto di un amore finito. L’anno successivo torna con un nuovo singolo, I Bei Momenti.

A Verissimo ha raccontato di aver avuto da bambino un brutto incontro con un pedofilo, che gli ha lasciato una cicatrice con cui è stato difficile convivere.

8 curiosità su Gianluca Grignani

-Ha partecipato come attore al film Branchie, nel 1999.

-Si è raccontato a cuore aperto nella sua autobiografia intitolata La mia storia tra le dita, uscita nel 2010.

-Ha avuto una relazione con Ambra Angiolini, quando lei era una delle ragazze di Non è la Rai.

-In un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni, in occasione dei suoi 40 anni, ha rivelato che i suoi guadagni non sono particolarmente elevati, e che li reinveste per la maggior parte nei suoi nuovi lavori discografici.

-Ama lo sport, in particolare il tennis, lo sci e l’arrampicata.

-Ha confessato in una intervista a Rolling Stones, realizzata nel 2022, che all’inizio della carriera non si sentiva a suo agio sul palco. “All’inizio facevo molta fatica a salire su un palco, non ero a mio agio. Non volevo riempire gli stadi anche se avrei potuto”

-Ha un tatuaggio sul braccio destro con la faccia del Joker.

-Ha cantato insieme a Irama al Festival di Sanremo 2022. In quell’occasione i fan gli hanno detto che era “gonfio“, ma lui ha chiarito questa cosa al magazine Chi. “Onestamente di tutto questo poco mi importa. Preferisco vivere e suonare. Dopo il Festival sono rientrato a casa e ho ricominciato a fare musica. Hanno scritto che sembravo gonfio? Sono stato oggetto di body shaming? Caz** loro. A me non frega nulla. Avevo preso del cortisone perché avevo un calo di voce tremendo. Però le dico una cosa: sono un figo pazzesco” ha detto.

Dove vive Gianluca Grignani

Nell’agosto del 2020, dopo la separazione dalla moglie, Grignani mette anche in vendita la sua casa-studio a San Colombano al Lambro, dove viveva. Non è chiaro ora dove risieda.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 27-04-2022


Cosa si sa sul gruppo rock al femminile Cherry Bombs?

Tutto su Vittorio Cecchi Gori: gli scandali, i gossip e la malattia