Quali sono le razze di cani da salvataggio? Scopriamole insieme e vediamo perché sono adatte per il soccorso di persone in difficoltà.

I cani da salvataggio sono considerati veri e propri eroi. Dal soccorso in acqua alla ricerca delle persone scomparse, passando per le catastrofi naturali: questi amici a quattro zampe, dopo un severo addestramento, riescono a compiere imprese uniche. Scopriamo quali sono le razze più adatte e perché.

Cani da salvataggio: le razze

Protagonisti durante le catastrofi naturali e in tutte le altre situazioni di pericolo, i cani da salvataggio riscuotono sempre un grande successo. Questi fantastici amici a quattro zampe sono veri e propri eroi, tanto che spesso gli vengono dedicate anche fiction televisive. Pensate, ad esempio, al terribile terremoto che, nel 2016, ha colpito l’Italia centrale. Le immagini dei cani che scavavano tra le macerie hanno fatto il giro del mondo, emozionando tante persone, anche quelle che generalmente non amano troppo gli animali. Tralasciando ciò, vediamo quali sono le razze di cani da salvataggio. Partendo dal presupposto che tutti gli amici a quattro zampe possono essere addestrati al recupero di persone in difficoltà, ce ne sono alcune ‘tipologie’ ritenute più adatte di altre.

Per il salvataggio in acqua, le razze più utilizzate sono il Terranova, il Cane d’acqua portoghese, il Landseer, il Labrador e il Golden Retriever. E’ bene sottolineare che tutti i cani da salvataggio, non solo quelli che si occupano del recupero in acqua, devono avere un rapporto di intesa ed estrema fiducia con il proprietario, denominato conduttore. La riuscita della missione, infatti, dipende in gran parte dal legame che si instaura tra uomo e animale. Questo è frutto di ore ed ore di paziente addestramento.

Cani da salvataggio: dal mare alle catastrofi naturali

Non solo il soccorso in acqua, i cani da salvataggio sono anche quelli che si occupano di recuperare le persone disperse in montagna. In questo caso, tra le razze più gettonate troviamo: il San Bernardo, il Pastore belga Malinois, il Pastore tedesco, il Labrador, il Pastore Maremmano e il Siberian Husky. Le stesse ‘varietà’, poi, vengono utilizzate per le catastrofi naturali. Negli ultimi anni, è bene sottolinearlo, sono stati impiegati dalle unità cinofile anche amici a quattro zampe meticci. Come già sottolineato, infatti, non è tanto la razza a fare dell’animale un buon soccorritore, quanto il rapporto con il conduttore. Inoltre, caratteristiche imprescindibili sono: ottima resistenza fisica, carattere equilibrato e buone qualità olfattive.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 01-04-2022


Griffoncino di Bruxelles: tutto quel che c’è da sapere su questa razza

Alba Parietti: il suo cane l’ha incontrato per la prima volta in tv