Achille Lauro è stato invitato a New York per parlare alle Nazioni Unite di fronte ad una platea di studenti.

Achille Lauro come non lo abbiamo mai visto, ospite a New York nella sede delle Nazioni Unite. Il cantante ha partecipato all’iniziativa “Gcmuntalks” dal titolo “Le arti per la cittadinanza globale” e ha tenuto un discorso davanti ad una platea di studenti internazionali.

L’ONU ospita Achille Lauro, il discorso

Un altro importante traguardo per Achille Lauro, che è volato a New York nell’aula dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite del palazzo di Vetro. Qui ha tenuto un discorso di fronte a studenti provenienti da tutto il mondo: Credo moltissimo nei giovani e so che possono veramente cambiare il mondo, è anche grazie a loro che sono arrivato fino a qui”.

Un progetto chiamato “Le arti per la cittadinanza globale” quello a cui ha partecipato il cantante, che ha tenuto un discorso sulla musica e sull’arte che da sempre unisce le popolazioni di tutto il mondo. “Ho testimoniato al ‘Global Citizens Model United Nations’ un progetto che raccoglie studenti da tutto il mondo nelle sedi Onu”, ha raccontato Achille Lauro, che ha condiviso la sua esperienza sui social.

https://www.instagram.com/p/CqD1sB5uIMy/

Queste le sue parole: “E’ stato un grande onore per me varcare la soglia del Palazzo di Vetro dell’Onu, un luogo così importante e simbolico per la pace e le relazioni internazionali e poter parlare di musica come forma d’arte che unisce i popoli di fronte a studenti provenienti da tutto il mondo. Sono enormemente fiero del progetto che ho portato avanti nelle scuole italiane nei mesi scorsi dove ho testimoniato la mia passione autentica per la musica che è diventata anche una professione con l’obiettivo di essere d’aiuto a chi ha ancora davanti il proprio futuro e si trova a intraprendere una scelta di vita così importante”.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2023 10:54


Belen Rodriguez assente dai social e dalla tv: “Ho avuto bisogno di fermarmi perché…”

Laura Pausini ha detto sì a Paolo Carta: ecco l’abito da sposa