Idee per un weekend arte a L’Aquila ad aprile

Per gli amanti di pittura e scultura

chiudi

Caricamento Player...

La vita di tutti i giorni può far dimenticare la bellezza che si nasconde nelle cose più rare, come un quadro o una statua di marmo. Prendersi una pausa ogni tanto per staccare dal lavoro e dagli impegni della quotidianità, riscoprendo le meraviglie che il territorio nazionale ha da offrire, è quasi un obbligo per gli appassionati di arte. L’Italia intera è adatta a soddisfare le loro esigenze, ma dovendo scegliere una sola destinazione per il finesettimana, l’Abruzzo può essere una valida meta che permette di trascorrere un weekend arte a L’Aquila e provincia.

Le tappe da non mancare in città

Non basta certo un terremoto per fermare il progresso della cultura. Nonostante la sede originale del Museo Nazionale d’Abruzzo (o Munda) sia stata distrutta dal sisma, dal 19 dicembre 2015 il museo è tornato a esistere all’interno di un altro edificio: un ex-mattatoio, oggi contenente circa 120 opere restaurate o recuperate dalle macerie di chiese distrutte. In particolare madonne, come quella di Saturnino Gatti; tele, sculture, affreschi, trittici, reperti archeologici disposti in 6 sale. E proprio di fronte, è possibile ammirare la famosa Fontana delle 99 cannelle: un monumento storico dell’Aquila situato nell’antica zona della Rivera.

Un weekend arte a L’Aquila… e non solo

Per un vero e proprio tour artistico a 360 gradi, conviene lasciare il capoluogo per un po’ e visitare anche i paesini che lo circondano. Ad Avezzano, in un meraviglioso castello cinquecentesco della famiglia Orsini, ha sede la Pinacoteca d’Arte Moderna, con pezzi anche contemporanei; nel Palazzo dell’Annunziata di Sulmona, invece, un Museo Civico in 10 sale. Di queste, 6 ospitano una galleria contenente opere dal XIII al XVIII secolo. L’accesso a entrambe le strutture è gratuito: un incentivo in più per noleggiare un’auto e prendersi la briga di andarle a visitare. D’altronde, per l’arte questo ed altro.