Wanda Nara è pronta per seguire Mauro Icardi nella nuova avventura a Istanbul, ma la procuratrice chiede delle condizioni extra lusso al Galatasaray.

Messe a tacere le voci di una imminente separazione tra Wanda Nara e Mauro Icardi, il calciatore argentino è pronto per volare a Istanbul per una nuova avventura calcistica con la squadra del Galatasaray. La moglie, nonché procuratrice dello sportivo, avrebbe ottenuto delle condizioni chiare – e per niente low cost – per potersi spostare nel nuovo Paese insieme a tutta la famiglia.

Icardi al Galatasaray e Wanda Nara parte con lui

Abbandonata l’avventura con il Paris Saint Germain, Mauro Icardi è stato contattato dal club turco. A mediare negli accordi ci ha pensato la moglie Wanda Nara, decisa ad abbandonare l’appartamento di Milano per seguire il marito.

Nelle trattative tra il calciatore e il Galatasaray, però, pare che l’argentina abbia inserito delle clausole imprescindibili che, alla fine, sono state accettate.

La partenza di Mauro Icardi per Istanbul, come fa sapere la giornalista Pia Shaw nel programma argentino LAM, prevedrebbe – oltre a determinate condizioni economiche per lo sportivo – delle condizioni extra lusso per la moglie e i figli.

“Uno chef personale, scuole prestigiose per i figli, un hotel pagato fino a dicembre, una casa, sicurezza per lei e la sua famiglia e un autista disponibile 24 ore su 24”: è questo l’elenco che Wanda Nara ha presentato al club calcistico e che, a quanto pare, sarebbe stato già accettato dai dirigenti.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 08-09-2022


Festival di Venezia, Alessandro Basciano chiede a Sophie Codegoni di sposarlo: piovono critiche

Chiara Ferragni fuori dal Cda di Tod’s: “Persi i requisiti di indipendenza”