La vitamina C negli alimenti abbonda soprattutto tra alcuni tipi di frutta e verdura; bisogna però fare attenzione a come vengono consumati.

La vitamina C, o acido ascorbico, fa parte delle vitamine che devono essere assunte con la dieta, per fortuna non è difficile assumerla in dosi adeguate visto che la vitamina C negli alimenti si ritrova sia nella frutta che nella verdura.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?

La SINU, Società Italiana di Nutrizione Umana, raccomanda di assumere ogni giorno almeno 60 mg di vitamina C per le donne adulte (dai 18 anni in su) e 75 mg per gli uomini. Naturalmente questa vitamina è importante anche durante l’infanzia e l’adolescenza, in questi casi però la quantità raccomandata giornalmente è inferiore (intorno ai 30 mg per i bimbi tra i 4 e i 6 anni). Vediamo quali sono gli alimenti ricchi di vitamina C che possiamo integrare nella nostra dieta per non farci mai mancare questa vitamina!

Cibi con vitamina C

Sicuramente noi tutti avremo sentito dire dalle nostre nonne, madri e zia quanto mangiare frutta e verdura sia importante. In questi alimenti, infatti, sono presenti molti elementi fondamentali per la nostra dieta. È da questi cibi che traiamo la maggior parte delle fibre che ci aiutano a regolarizzare l’intestino, frutta e verdura ci forniscono in parte l’acqua indispensabile alla salute dell’organismo.

Vitamina C Frutta Verdura
Vitamina C Frutta Verdura

E, inoltre, è da questi alimenti che ricaviamo le vitamine, tra cui la vitamina C. Per quanto riguarda le verdure questa vitamina è presente nei pomodori, nella lattuga, ma anche in cavoli, cavolfiori, rucola e broccoli. Affinché però le vitamine non vengano perse durante la cottura, sarebbe meglio consumare questi alimenti crudi. Vediamo invece in quale tipo di frutta sono contenuti le maggiori dosi di vitamina C.

Frutta con vitamina C

Il modo migliore per assumere la giusta dose di vitamina C durante il giorno è di fare spuntini e merende a base di frutta. Così facendo si rimuovono anche i problemi derivati dalla cottura delle verdure e il rischio di perdere quindi gran parte di questa vitamina.

L’acido ascorbico è molto abbondante nei kiwi, che ne contengono circa 85 mg per 100 grammi di frutto. Anche i ribes, le fragole e naturalmente gli agrumi come arance e limoni contengono molta vitamina C. Anche riguardo al consumo di frutta bisogna fare attenzione alle modalità con cui viene conservata, per questo motivo è bene preferire sempre frutta fresca e di stagione.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?


I semi di chia aiutano a dimagrire? Si, ecco come

Dismorfismo: che cos’è e come si cura