Visitare Monte Isola, uno dei Borghi più Belli d’Italia

Capri e Sanremo riunite in un’isola del Lago d’Iseo

chiudi

Caricamento Player...

Visitare Monte Isola in provincia di Brescia vi permetterà di godere contemporaneamente del fascino spartano degli antichi insediamenti montani e del clima mite e profumato tipico di latitudini meridionali.

L’isola al centro del Lago d’Iseo

Il borgo è formato da una miriade di piccole frazioni costruite sull’isola triangolare che divide il Lago d’Iseo in due tronconi. Al centro dell’isola si erge un’altura naturale da cui si domina il panorama dell’intero Iseo. Il connubio tra il monte e l’isola che caratterizzano la geografia fisica e urbana del borgo ne ha generato il nome.
Sul monte fu costruito in epoche remote quello che può essere considerato uno dei più antichi santuari mariani della cristianità. Il Santuario della Ceriola infatti, che sembra proteggere l’intera isola con la sua lucente e rassicurante presenza, si erge sul sito su cui precedentemente esisteva un tempio dedicato alle divinità naturali che si veneravano in questi luoghi prima che il Cristianesimo vi attecchisse. A testimonianza di ciò si può osservare la scritta “Fani” che, incisa sulla base di una delle colonne della facciata, fa probabilmente riferimento ai fauni che qui venivano adorati. Oggi il santuario è estremamente interessante per il gran numero di ex voto che raccoglie.

Visitare Monte Isola per conoscere le sue due anime

Le spiagge dell’isola, ancora abitate da quei pescatori che resero famosa Montisola per la produzione di reti da pesca, sono identiche a quelle dei borghi marinari di altre parti e altre latitudini d’Italia. Le case addossate le une alle altre sembrano costruite in modo da favorire la vita all’esterno piuttosto che all’interno di esse, come in tutte le comunità legate alla vita sull’acqua.
Proseguendo di frazione in frazione verso la sommità del monte che sovrasta l’isola si attraverseranno zone in cui l’architettura smette di assomigliare a quella dei villaggi costieri per assumere materiali, forza e proporzioni tipiche delle zone rurali di montagna in cui sopravvivono ancora gli antichi strumenti per la coltivazione della terra e le antiche tradizioni che la regolavano.
La doppia anima di Montisola si assapora anche nella gastronomia tipica, che mescola sapientemente prodotti tipicamente montani, come il salame e la polenta, ai proventi della pesca come il pesce persico e il pesce di lago, con cui si preparano ottimi sughi.
Sardine, salami affumicati e l’olio extravergine di oliva sono i prodotti tipici del borgo.

Fonte immagine di copertina: Wikipedia