Verniciare il legno è più semplice di quanto si pensi. Scopri come fare in modo pratico e veloce.

Come verniciare il legno è uno degli interrogativi di chiunque decida di provvedere da solo a colorare mensole o mobili appena acquistati. Farlo non è difficile ma richiedere tutta una serie di accortezze senza le quali si rischia di ottenere un risultato deludente e di scarsa durata. Scopriamo quindi come agire per pitturare il legno senza troppi sforzi e, sopratutto, senza commettere errori.

Colorare il legno: le regole da seguire per un risultato perfetto

La verniciatura del legno richiede alcuni passi che vanno compiuti al fine di rendere il materiale più idoneo ad assorbire nel modo giusto il colore.

verniciare legno
verniciare legno

Quando si pensa di verniciare il legno grezzo, ad esempio, la prima cosa da fare è quella di uniformarne la superficie. Per riuscirci basta procurarsi della carta abrasiva da sfregare sugli angoli e sulle superfici che non appaiono lisce o che sembrano diverse dal resto dell’oggetto che si intende colorare. Ciò vale anche per del legno verniciato e a cui si desidera dare nuova vita.

Le tecniche di verniciatura del legno: quali sono e quando si usano

Una volta ottenuta la base da dipingere si può passare alle varie tecniche. Tra queste ce ne sono alcune di complementari ed altre che possono essere o meno messe in pratica.

Se si pensa all’impregnante, ad esempio, questo va applicato quando si intende ottenere una colorazione scura. Qualora si volesse dipingere il legno di colore chiaro, invece, si può optare per la sbiancatura alla quale aggiungere successivamente una o due mani di pittura.

Un metodo naturale per sbiancare il legno (utile se si vuole ottenere uno stile shabby chic) è quello di passare sulla superficie dell’acqua ossigenata che oltre a renderlo più chiaro eviterà di danneggiarlo come potrebbero fare altre sostanze chimiche.

Infine, può essere utile ricordare che per smaltare il legno esistono tre tecniche diverse che sono:

– La verniciatura a poro aperto, utile per mettere in risalto venature e nodi del legno.
– La verniciatura a poro chiuso che, al contrario, serve a coprire.
– La verniciatura ad effetto laccato coprente che rappresenta l’ultima fase. Ovvero quella che andrà a coprire il legno dandogli una sorta di laccatura.


Come pulire la guarnizione della lavatrice in modo pratico

Doppio mento? Come eliminarlo (e mascherarlo) con gli esercizi!