Nero di seppia: che macchia! Certo, il risotto era buono, però ora l’inchiostro ha inavvertitamente macchiato i nostri vestiti. Come toglierlo?

No panic, prima di tutto. Non era certo nostra intenzione macchiare i vestiti con il nero di seppia! Eppure, una svista, un gesto fuori luogo ed il danno è fatto: la macchia è servita!

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Non disperiamo, nonostante abbiamo provato davvero di tutto. Proviamo in primo luogo a procedere con un lavaggio a 40°, utilizzando prodotti specifici come lo scioglimacchia. Per sicurezza, spruzziamo prima di tutto sull’alone uno smacchiatore spray.

Dopodiché possiamo sciogliere nella vaschetta del detersivo della nostra lavatrice una goccia di prodotto in stile Vanish. Procediamo con il primo lavaggio ed ecco fatto, la macchia dovrebbe essere scomparsa.

Se così non è, sicuramente si sarà affievolita. Possiamo allora procedere senza l’uso della candeggina. Questo per evitare che i nostro vestiti si macchino ulteriormente con delle chiazze antiestetiche giallastre e siano definitivamente da buttare.

Un’altra soluzione si può attuare imbevendo la parte intaccata dal nero di seppia con un composto di latte acido e acqua. Si può procedere anche con dell’alcol denaturato e dopodiché con un lavaggio a base di aceto e acqua calda.

Si deve insaponare con decisione e risciacquare – preferibilmente – in una soluzione di acqua e limone. Una volta portato a termine questo procedimento, si deve far bollire il vestito con il nostro detersivo canonico.

Il nero di seppia è ostico, dunque è necessaria anche una buona dose di pazienza. Si deve lavare e rilavare il capo ad almeno 60° per due o tre cicli.

Hai trovato interessante questo articolo?
Allora clicca qui per leggere anche “Come togliere una macchia di penna della seta

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 28-07-2015

Ogni quanto prendere Monuril per cistite in gravidanza

Quanto guadagna commessa Kiko