Come smaltire qualche chilo di troppo e sentirsi meno gonfie

Una dieta drenante dopo Pasqua potrebbe essere un ottimo sistema per rientrare rapidamente in un paio di jeans che cominciano a starci pericolosamente stretti dopo un fine settimana di bagordi a base di colombe e pizze ripiene.

A cosa serve una dieta drenante e quali sono i suoi principi di base

La dieta drenante è finalizzata al rapido smaltimento dei liquidi sottocutanei che si accumulano nel corpo e, in quello femminile, portano alla formazione della cellulite. Le donne inoltre sono naturalmente portate a sviluppare una certa ritenzione idrica, soprattutto perché raramente sentono lo stimolo della sete, finendo con il bere pochissimo durante la giornata. Paradossalmente – ma ormai è un dato scientifico abbastanza conosciuto – introdurre nel corpo molti liquidi favorisce l’eliminazione di quelli accumulati: questo è il motivo per cui durante una dieta drenante è importante bere almeno due litri tra acqua e tisane non zuccherate ogni giorno.
Preferite l’acqua naturale a quella gasata e provate per qualche tempo a bere acque povere di sodio alternandole a quelle normali per accelerare lo smaltimento dei liquidi.
E’ assolutamente fondamentale ridurre al minimo il consumo di sale poiché il sale e gli alimenti salati (come i salumi) favoriscono la ritenzione idrica e spesso ne sono la causa principale.

Organizzare i pasti di una dieta drenante dopo Pasqua

Verdura e frutta fresca, frullati e zuppe sono elementi imprescindibili di una dieta drenante e andrebbero consumati più volte al giorno, soprattutto utilizzandoli per sostituire snack e merendine di metà pomeriggio.
Per la colazione del mattino si potranno consumare un vasetto di yogurt magro, due fette biscottate con miele o marmellata e una tazza di tè verde (altamente diuretic) o caffè d’orzo.
Per il pranzo vanno alternati 70/80 grammi di pasta, riso orzo o farro insieme a verdure fresche o grigliate condite a crudo con uno o due cucchiai di olio di oliva.
Per la cena potete alternare uova, bresaola, 200 grammi di carne alla griglia o in padella, 150 grammi di pesce e accompagnarle con verdure in insalata a piacimento.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 28-03-2016


Il miglior street food di Palermo

Una dieta ipocalorica dopo Pasqua