Dal 2027, in Italia sarà vietato soffocare o tritare i pulcini maschi non produttivi, come già avviene in Germania e Francia.

Dal 2027 in Italia non sarà più consentito abbattere, mediante soffocamento o tritatura, i pulcini maschi derivati dalle galline ovaiole della specie Gallus gallus domesticus, definiti “non produttivi“. Per questo motivo, il nostro paese dovrà “favorire strumenti per il sessaggio degli embrioni ‘in ovo’ per identificare il sesso del pulcino prima della schiusa, così da eliminare le uova che contengono pulcini maschi“, come già avviene in altri paesi europei, come Francia e Germania.

Pulcini
Pulcini

Pulcini maschi, stop al massacro dal 2027

Dal 2027, sarà attuato lo stop al massacro dei pulcini maschi. Lo ha stabilito un emendamento alla Legge di delegazione europea 2021, secondo il quale gli esemplari maschi non potranno essere più uccisi mediante soffocamento con anidride carbonica, in sacchi o mediante il tritacarne.

Già altri paesi hanno scelto di percorrere questa strada, tra cui annoveriamo Francia e Germania. In Italia, ogni anno vengono uccisi dai 25 ai 40 milioni di pulcini maschi, in quanto considerati un “prodotto di scarto” dalle aziende produttrici di uova, a differenza dei polli broiler, destinati – invece – al mercato della carne.

Il metodo alternativo

Al fine di mettere la parola ‘fine’ a queste atrocità ed evitare questa inutile e tragica mattanza, saranno utilizzati strumenti specifici per il sessaggio degli embrioni in ovo, al fine di identificare – a priori – il genere del pulcino, evitandone la nascita, qualora sia maschio.

In questo modo, gli esemplari maschi non verranno al mondo e, così, non saranno sottoposti, in seguito, allo sterminio. Come sostiene la LAV, si “porrà fine a una delle pratiche più efferate dell’industria zootecnica e risparmierà la sofferenza a decine di milioni di animali oggi condannati a una morte particolarmente crudele“.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 18-12-2021


Cane Shih tzu: tutto quel che c’è da sapere su questa razza

Belen Rodriguez: come si chiama il gatto che ha fatto impazzire Santiago?