Quali sono i sintomi dell’ovulazione che ci permettono di capire che stiamo entrando in questa fase del ciclo mestruale?

Le fasi che caratterizzano il ciclo femminile sono caratterizzate da alcuni segnali ricorrenti, tra questi ci sono anche i sintomi dell’ovulazione che possono dare indicazione dell’ingresso nella fase ovulatoria.

Questi sintomi, però, cambiano molto da una donna all’altra per cui è difficile determinare con precisione il periodo dell’ovulazione basandosi semplicemente sull’osservazione dei sintomi. Vediamo quali sono le manifestazioni più evidenti e gli altri segnali che ci aiutano a riconoscere questo periodo.

Ovulazione: i sintomi ricorrenti

Quando si avvicina il momento dell’ovulazione, nei giorni precedenti e nel giorno stesso in cui si verifica la fase ovulatoria è possibile cogliere alcuni cambiamenti. Con l’approssimarsi dell’ovulazione i sintomi fisici più ricorrenti riguardano le secrezioni e il cambiamento della temperatura basale. Anche i cambiamenti di posizione della cervice sono indice che il periodo dell’ovulazione si sta avvicinando.

Pancia
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/pancia-cuore-amore-ragazza-relax-3186730/

Per quanto riguarda le secrezioni, il muco prodotto dalla cervice tende a diventare trasparente ed ha una consistenza molto simile a quella dell’albume delle uova. Spesso in questa fase le secrezioni oltre ad avere questo aspetto caratteristico diventano anche più consistenti. È questo uno dei segnali che viene usato più spesso come riferimento per accorgersi che si sta entrando nel periodo ovulatorio. Come cambia, invece, la temperatura basale e ci sono altri segnali che possono fornirci indicazioni?

Ovulazione come riconoscerla

Un altro cambiamento evidente riguarda la temperatura basale, l’andamento della temperatura del corpo nella donna segue proprio le fasi del ciclo. Uno dei sintomi di ovulazione avvenuta è proprio la temperatura che aumenta di qualche decimo per circa due o tre giorni in corrispondenza proprio del rilascio dell’ovulo. Per controllarne l’andamento e riuscire a identificare il periodo in cui è probabile che avvenga l’ovulazione bisognerebbe misurare la temperatura giorno per giorno al mattino presto, appena prima di alzarsi.

Male alla pancia
Male alla pancia

Altri segnali che possono accompagnare questo periodo sono meno comuni, ad esempio si può avere un’ovulazione dolorosa con sintomi come crampi all’addome e si può accusare una maggiore sensibilità al seno. Talvolta si possono anche riscontrare perdite in questo periodo, si tratta del cosiddetto spotting ovulatorio, che può essere causato dallo stress o da un’alterazione degli ormoni. In ogni caso per prevedere l’arrivo di questo fase possiamo fare riferimento alla data delle ultime mestruazioni e avere un’idea attraverso il calcolo dell’ovulazione.


Come si distingue la perdita di liquido amniotico e cosa bisogna fare?

Cos’è il distacco della placenta, cosa lo provoca e quali sono i sintomi