La perdita del liquido amniotico spesso indica che il parto si sta avvicinando, ma come si presentano queste perdite e quando si verificano?

Quando si ha una perdita di liquido amniotico è molto probabile che sia avvenuta la rottura delle membrane. Ciò significa che è in corso quella che viene definita come “rottura delle acque“, per acque, infatti, non si intende altro che il liquido contenuto all’interno del sacco amniotico.

La comparsa di queste perdite si ha proprio in seguito a rottura del sacco amniotico e quando ciò accade vuol dire che è arrivato il momento di dare alla luce il bambino. Per lo più le perdite tendono ad avvenire prima del travaglio, anche se ci sono casi in cui questo può succedere anche prima del termine stesso della gravidanza, vediamo cosa accade.

Perdita del liquido amniotico: i sintomi e come avviene

Quando avviene la rottura del sacco amniotico i sintomi non sono dati solamente dalle perdite, ma ci sono altri segnali che spesso si verificano. In ogni caso, se ci si accorge di avere delle perdite bisogna rivolgersi subito alla propria ostetrica o avvisare un medico.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Donna in dolce attesa
Donna in dolce attesa

Questo segnale, infatti, è quello che da inizio al travaglio, ma cosa succede di preciso? Insieme alle perdite si hanno avvertono anche le prime contrazioni, un segnale chiaro che il bimbo sta per arrivare. In alcune circostanze particolari, però, è ancora troppo presto per il parto, specie se la perdita del liquido amniotico avviene prima delle 34 settimane di gestazione. In questi casi, dunque, si deve ancora aspettare e nel frattempo bisogna monitorare lo stato della mamma e del bimbo.

Liquido amniotico: il colore delle perdite

Quando il sacco amniotico si rompe il liquido contenuto al suo interno si riversa, tuttavia le perdite non si percepiscono sempre allo stesso modo. In alcuni casi si ha una fuoriuscita abbondante, mentre in altri le perdite sono molto circoscritte.

In alcuni casi ci si può sbagliare e identificare le perdite di urina scambiandole per liquido amniotico. Per riconoscerle basta prestare attenzione al fatto che il liquido contenuto nel sacco amniotico non ha odore, inoltre il colore del liquido amniotico tende ad essere chiaro. In alcuni casi, però, le perdite possono anche apparire rosa o più rossicce per via della presenza di sangue. Nel caso in cui si abbia il sospetto che ci siano perdite di questo tipo bisogna rivolgersi al medico o andare in ospedale per un controllo.


Come varia la temperatura corporea in gravidanza?

Come fare per distinguere i sintomi dell’ovulazione?