Shabby chic, arredamento

Esploso in Inghilterra, lo stile di arredamento shabby chic ha conquistato in poco tempo anche il cuore (e le case) degli italiani. Il revival di oggetti e mobili vecchi e polverosi è diventato un vero e proprio must have delle case sempre di tendenza. Ma qual è il tipico arredamento che impone questo stile? Scopriamolo insieme.

chiudi

Caricamento Player...

Uno stile che ha contraddistinto, e che nasce, dalle tipiche case di campagna inglesi. Mobili chiari, oggetti opachi, tinte tenui. È lo shabby chic, lo stile di arredamento che è diventato sintomo di eleganza e raffinatezza a partire dalla lavorazione del legno antico.

Shabby chic, gli arredamenti in puro stile restyling

Un arredamento molto provenzale come quello dello shabby chic è sicuramente contraddistinto da un grande romanticismo e da una attenzione ai dettagli. Uno stile che vuole andare a recuperare la dimensione del ricordo e di un passato che da lontano si fa presente e vivo. Una seconda possibilità data a legni con intarsi preziosi e ricamati, che assumono nuovo splendore sotto pennellate chiare di bianco, beige o rosa antico. Il tutto lasciando sempre che, sotto il rifacimento, si vedano i segni del tempo, quel “polveroso” che rende però tanto affascinante ed elegante un mobile antico.

La casa di arredamento Dalani ha addirittura pensato ad una intera collezione in stile shabby chic. Mobili, comodini, sedie, lampade e dettagli vari realizzati rispettando i canoni di questo particolare modo di arredare e rinnovare casa. L’attenzione ai dettagli è una componente essenziale di questo stile. Via libera quindi a cornici per foto in legno chiaro decapato, lampade con paralumi in stoffa oppure pizzi e merletti per ricoprire i mobili in stile shabby chic. Non bisogna poi dimenticare la cucina, che va anche lei decorata con qualche utensile vintage in cucina, qualche fiore reciso in vasetti di latta sui davanzali, cuscini ricamati sul divano della zona living.