Stai entrando nel secondo trimestre di gravidanza e ti chiedi quali cambiamenti e quali nuove abitudini dovrai affrontare? Ecco dei consigli utili.

Nel corso del secondo trimestre di gravidanza per la futura mamma inizia un periodo completamente nuovo, e, se non è già stato fatto in precedenza, si inizia ad annunciare il lieto evento. La fine del primo trimestre segna anche la riduzione della sensazione di nausea, inoltre, proprio in questo periodo iniziano a far capolino i primi movimenti del bambino.

Come il primo, anche il secondo trimestre è accompagnato da grandi cambiamenti, che si fanno via via più evidenti man mano che il pancione inizia a diventare più grande. Insieme a quella che è una vera e propria trasformazione del corpo, che si prepara a far spazio per accogliere una nuova vita, ci sono anche alcuni disturbi tipici di questo periodo. Vediamo, quindi, cosa succede e come affrontare il secondo trimestre della gestazione.

Secondo trimestre di gravidanza: i sintomi comuni

Generalmente le donne che hanno sofferto di nausee nei primi mesi, tendono a sentirsi meglio nel secondo trimestre. Tuttavia, come abbiamo anticipato, ci sono dei nuovi cambiamenti in atto che possono portare con loro dei sintomi tipici.

Mal di testa in gravidanza
Mal di testa in gravidanza

Sicuramente in questo periodo, c’è un gran subbuglio degli ormoni, e soprattutto nel secondo trimestre, si concentra la produzione di quelli legati alla pelle. I cambiamenti ormonali, infatti, hanno come conseguenza quella di aumentare la produzione di melanina (attraverso la stimolazione dei melanociti che la producono). Per questo motivo l’areola dei capezzoli tende a diventare più scura, inoltre, se ci si espone al sole, senza la giusta protezione si può incorrere in quello che viene chiamato cloasma (o melasma) gravidico.

Inoltre, per via dell’aumento del flusso sanguigno si possono accusare anche vertigini, o episodi sporadici di crampi soprattutto alle gambe. Anche l’epistassi, ovvero la perdita improvvisa di sangue dal naso, è frequente in questo periodo. Sono tutti fenomeni correlati ai cambiamenti nella circolazione, ma nel caso in cui diventino persistenti è sempre bene ricorrere al parere di un medico.

Secondo trimestre di gravidanza: esercizi fisici e altre abitudini

Con l’avanzare della gravidanza la futura mamma deve continuare a modificare le proprie abitudini per adeguarle al suo nuovo stato fisico. Questo significa che nel secondo trimestre di gravidanza l’alimentazione da seguire dovrà essere sempre bilanciata, e valgono le stesse accortezze da seguire per tutto il corso della gestazione.

Respirazione
Respirazione

Man mano che la gestazione fa il suo corso, la futura mamma, avrà bisogno di riposare un po’ di più e di dedicare, inoltre, una maggiore attenzione a sé stessa e al suo bambino. Se la gravidanza procede in maniera regolare è possibile praticare attività fisica, seppur con moderazione.

Nel secondo trimestre di gravidanza gli esercizi, infatti, sono consentiti, ed è possibile praticare yoga, aerobica, ma anche nuoto e cyclette. L’importante però è non sforzarsi in maniera eccessiva, evitare salti e movimenti bruschi, e cercare di non affaticare troppo la schiena.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Qual è il regime alimentare da seguire durante l’allattamento?

Parto prematuro: da cosa è causato e quali rischi comporta