Come scegliere il diffusore per l’aromaterapia

Sono tanti i diffusori per l’aromaterapia: candele, bruciatori, vaporizzatori e diffusori per termosifoni.

chiudi

Caricamento Player...

L’aromaterapia è un’ottima tecnica per alleviare le malattie croniche. Attraverso l’inalazione dell’aroma di oli, questa tecnica è in grado di rinforzare il benessere psicofisico. Gli oli essenziali sono venduti naturali, in compresse o all’interno di diffusori. Quest’ultima possibilità è molto utilizzata.

I diffusori per aromaterapia contengono oli essenziali e ne diffondono l’aroma, rilasciandolo nell’aria in modo che possa essere inalato. I diffusori possono essere formati da un contenitore con delle aperture che rilasciano l’aroma. I diffusori che spargono un aroma più intenso sono utili quando si cerca di liberare le vie respiratorie o quando si cerca un sollievo immediato da un disturbo cronico. I diffusori di aroma più tenui servono invece a favorire la sensazione di relax.

Come scegliere il diffusore per l’aromaterapia

Se volete diffondere l’aroma in modo ottimale scegliete i diffusori che utilizzano le fonti di calore. È il caso dei diffusori elettrici che contengono l’olio che, una volta accesi, diffondono il profumo tramite una ventola. Il nebulizzatore è un diffusore che, attraverso una pompa, spinge l’olio e lo rilascia nell’aria. Solitamente, è formato da una parte in vetro che disperde l’aroma nell’aria e può coprire una vasta area. È un tipo di diffusore molto efficace, in quanto, non bruciando l’olio, permette a chi si trova nella stanza di inalare direttamente i vapori.

Esistono anche diffusori a candela e ad anelli con lampadina, molto economici. I diffusori più innovativi in commercio sono quelli a ultrasuoni. Si può programmare l’ora di accensione e quella di spegnimento e possono essere inseriti anche in stanze molto ampie. Questo tipo di diffusore vaporizza gli oli essenziali senza riscaldarli, permettendo cosi di percepire la loro fragranza nel miglior modo possibile.