Rimbocchiamoci le maniche: chi è Dario

Chi è Dario, tra i protagonisti della nuova fiction televisiva di Canale 5 Rimbocchiamoci le Maniche interpretato da David Paryla

chiudi

Caricamento Player...

Rimbocchiamoci le maniche è l’ultima fiction di Canale 5 con protagonista principale Sabrina Ferilli. La storia racconta le vicende di Angela Tusco e di un gruppo di donne operaie costrette a lottare per mantenere il proprio lavoro. Durante la loro avventura saranno diverse le persone disponibile ad aiutarle. Tra queste ci sarà anche Dario, giovane esperto di internet e di informatica pronto a sostenere Angela durante la campagna elettore. Dario è interpretato dall’attore tedesco David Paryl.

Chi è Dario

Dario è uno dei protagonisti della nuova serie televisiva di Canale 5 Rimbocchiamoci le maniche. Da subito sposa la causa di Angela e delle donne operaie mettendo a disposizione le proprie conoscenze informatiche.  Esperto del mondo di internet gioca un ruolo determinante nella campagna elettore di Angela Tusco occupandosi della realtà social e dei siti. Con la vittoria a sindaco di Angela diventa assessore alla comunicazione.

David Paryla interpreta Dario

David Paryl presta il volto a Dario, uno dei protagonisti della serie televisiva Rimbocchiamoci le maniche. Classe 1980, David è nato il 14 dicembre a Monaco di Baviera. L’arte scorre nel suo sangue essendo discendente di una famiglia di attori austriaci. A soli sette anni lascia la Germania per trasferirsi in Italia dove comincia il suo percorso di studi. Nel 2002 si diploma come attore alla scuola “La libera accademia dello spettacolo” presso il Teatro del Sogno diretta da Anna Mazzamauro, Paolo Ferrari e Ennio Coltorti. Seguono diversi corsi di recitazione, danza e canto. Nel 2006 debutta a teatro con l’opera di Shakespeare “Sogno di una notte di mezza estate”. Non solo teatro, ma anche fiction tra cui “I Cesaroni 5”, “Tempesta d’amore”. Attualmente è uno degli interpreti della fiction di successo “Rimbocchiamoci le maniche” trasmessa su Canale 5.

(fonte foto: Facebook)