Come riciclare i regali di Natale in maniera intelligente

Natale è per tradizione la festa che più manda in crisi le persone, assieme ai compleanni. Perché? Perché bisogna pensare ai regali. Tante volte però si rischia di ricevere (o anche di donare) un oggetto che proprio non rientra nei propri gusti personali. Ecco come riciclare questi doni.

chiudi

Caricamento Player...

Quante volte vi è capitato di ricevere un regalo che proprio non vi piaceva? Per cortesia si ringrazia sempre e si cerca di assumere un’espressione il più felice possibile. Ma una volta allontanato il mittente del dono, la prima cosa a cui si pensa è come sbarazzarsene. Ecco alcuni consigli per riciclare in maniera intelligente regali di Natale non desiderati.

L’arte del riciclo: anche i regali di Natale possono avere una seconda vita

Quando si decide di disfarsi di un presente è sempre bene fare attenzione a dei semplici dettagli. Per prima cosa sarebbe utile annotarsi, su un post-it ad esempio, il nome di chi ci ha fatto quel regalo. Dimenticarselo sarebbe un errore fatale, che novantanove su cento ci farebbe fare pessime figuracce. Bisogna infatti prestare molta attenzione alla persona a cui verrà rifilato il regalo. Controllate sempre che essa non abbia alcun tipo di relazione o legame di parentela con chi vi ha fatto l’orribile regalo.

Attenzione poi al packaging: la carta con cui era impacchettato il dono va sempre sostituita con una intonsa e nuova. Il regalo stesso deve essere inutilizzato. Non regalate un qualcosa che avete provato anche solo una volta altrimenti la pessima figura è assicurata.

Riciclare i regali, un’operazione per tutti

I regali non graditi possono essere riciclati non solo a Natale. Ci sono infatti occasioni come compleanni o feste in cui un regalo indesiderato può essere donato a qualcun altro. Fate sempre attenzione ai regali aziendali, perché spesso riportano la scritta “vietata la vendita” che non vi consentirà quindi di riciclarli. Anche i libri vanno riciclati con occhio critico, ossia controllate sempre bene che non abbiano all’interno dediche personalizzate.