Ricette con kodo

Tre preparazioni con il cereale gluten-free

chiudi

Caricamento Player...

Stanche dei soliti ingredienti mediterranei? Per chi ha voglia di sperimentare con alimenti lontani dalla tradizione e dare un tocco di esotico ai pasti di tutti i giorni, è il momento di esplorare gli usi di un cereale molto in voga nel continente asiatico, ma quasi sconosciuto in Europa: il miglio kodo. Le ricette con kodo spaziano dai primi, ai secondi, ai dolci, ma proprio come nella cucina indiana (quella che più ne fa uso) servono principalmente da piatto unico in grado di saziare ogni appetito.

Un salto nella lontana Asia

Le ricette più gustose provengono dall’India: la prima si chiama Varagu pulao, e consiste nella preparazione di un tortino di miglio kodo, carote, fagioli e piselli. Interamente vegana, è anche molto semplice: prima di tutto si scaldano a fuoco basso in una pentola oliata cannella, finocchio e foglie di alloro (per dare sapore). Dopo aver aggiunto in un secondo momento cipolla e zenzero, procedere con le verdure per il tortino e un po’ di menta. Il miglio lavato va versato nella pentola e poi ricoperto di acqua salata. Far bollire per circa 12 minuti a fuoco medio o basso, finchè l’acqua non si sarà assorbita.

Ricette con kodo per colazione

Maggiormente adatte alla prima mattina sono le seguenti: si parte con il Varagu kanji, una pappa di miglio kodo da consumare servendosi del cucchiaio, come fosse un brodo. La preparazione è facile: basta cucinare il cereale in una pentola a pressione insieme a latte, acqua e aglio. Latte e acqua vanno dosati a seconda della consistenza voluta. Oppure, basta lasciare il miglio a mollo in modo da poterlo poi pestare ottenendo un composto molle: dopo aver aggiunto cipolla, coriandolo, curry e zenzero, non resta che ricoprire una padella d’olio e versare il miscuglio ottenuto per preparare deliziose piadine alternative!