Il pedigree è un documento dal quale è possibile risalire all’elenco completo degli ascendenti di un determinato animale. Scopriamo a cosa serve e perché è tanto richiesto quando si acquista un peloso.

Quando parliamo di pedigree intendiamo solitamente quel documento che attesta chi sono i genitori, i nonni e i vari ascendenti di un animale. Si tratta quindi di un certificato genealogico che in Italia può essere emesso e stampato solo dall’Enci. Per questo motivo, si parla spesso di pedigree enci. Andando alla parola pedigree, il significato è la genalogia di un animale (cane, cavallo, etc…) che attesta la purezza della razza. La parola “pied de grue” (zampa di gru) è stata scelta perché negli alberi genealogici veniva usata una serie di linee rette che ricordavano proprio la zampa di una gru.

Cos’è il pedigree

Capita spesso di trovarsi incerti davanti alla parola pedigree. E ciò perché spesso viene abusata o usata in modo improprio. Andando al documento vero e proprio, questo contiene solitamente:

pedigree
pedigree

– I dati anagrafici dell’animale (nome, età, sesso, etc…)
– Il numero di iscrizione nel registro
– La genealogia
– Eventuali premi conseguiti dai parenti dell’animale
– I dati anagrafici dell’allevatore o del proprietario
– I passaggi di proprietà dell’animale

Sebbene si tratti di un documento nato per tutti gli animali (possono averlo anche gatti o cavalli), oggi ad essere riconosciuto maggiormente è il pedigree cani. Documento che esiste anche in formato digitale, consentendo così di visionarlo anche a partire da una ricerca online.

Pedigree del cane: a cosa serve

In Italia, il pedigree serve per poter definire un cane appartenente ad una determinata razza. Ne consegue che in sua assenza, anche se puro, il cucciolo non sarà considerato tale. Ciò ne rende difficile la vendita e impedisce la partecipazione a gare o mostre.

La richiesta di un pedigree, diversamente da quanto si pensa, non è affatto costosa. Il suo prezzo si aggira infatti intorno a qualche decina di euro. La richiesta andrebbe fatta alla nascita del cucciolo ed entro tempi relativamente ristretti. In alcuni casi, però, è possibile anche effettuarla per cani adulti, purché questi rispettino tutte le caratteristiche tipiche della razza. Si tratta comunque di una selezione molto severa e che segue requisiti particolari ai quali bisogna attenersi.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 14-12-2021


Cani mutilati in Gran Bretagna con il taglio d’orecchie: l’inchiesta della Bbc

Quali sono i cani più adatti ai bambini?