Opal Hair per la primavera 2016

Toni pastello e colori dell’arcobaleno

chiudi

Caricamento Player...

Opal Hair è il nome con cui è diventata famosa una tecnica di tintura per capelli che ricrea sulla capigliatura un effetto arcobaleno molto più delicato rispetto alla tecnica “raimbow hair” che predilige toni molto più decisi ed appariscenti.

Un tocco di romanticismo

Il nome Opal Hair deriva dalla pietra opale di cui questa tecnica mira a riprodurre i riflessi cangianti e multicolori. L’ Opal Hair è la tendenza principale per la colorazione di capelli di questa primavera – estate e di certo farà felici le donne che non intendono passare inosservate ma che allo stesso tempo non vogliono rinunciare all’eleganza. I capelli colorati con l’Opal Hair infatti, contrariamente a quelli estremamente appariscenti ottenuti con la Raimbow Hair, creano un look molto sofisticato, adatto ad una fascia d’età molto ampia.

Opal Hair: a quali tagli e colori si addice

L’Opal Hair è una tecnica che necessita di una colorazione di base molto chiara. L’ideale sarebbe applicarla a capelli biondo platino o grigi, al fine di ottenere sfumature di colore simili all’acquerello. Naturalmente è possibile tingere con questa tecnica anche capelli castani ma l’effetto sarà molto differente e tendente ai toni scuri.
I tagli sfilzati sono quelli che si addicono maggiormente a questa tecnica, poiché definiscono meglio le ciocche permettendo di dare una strutturazione migliore alla combinazione di colori con cui si intende tingere i capelli.
L’Opal Hair dà il meglio di sé sui capelli lunghi o di media lunghezza, che possono essere colorati soltanto nella porzione inferiore creando un interessante effetto sfumato. I capelli lunghi inoltre possono essere raccolti in trecce, chignon ed elaborate acconciature che risulteranno stupefacenti grazie all’alternanza dei colori tipica dell’Opal Hair.
E’ bene sapere tuttavia che questa tecnica ha bisogno di una manutenzione costante, perché le sfumature tendono a sbiadire velocemente e a mescolarsi le une con le altre.

Fonte immagine di copertina: Pinterest