Da cosa dipende il mal di pancia in gravidanza e come cambia man man che la gestazione procede nei tre trimestri?

Il mal di pancia in gravidanza tende a mettere in allarme le future mamme, ma in realtà si tratta di nella maggior parte dei casi di un sintomo comune che non deve destare preoccupazione. Durante la gestazione, a partire dalle prime settimane dopo il concepimento, fino a gravidanza inoltrata, si possono presentare talvolta crampi e dolori alla pancia.

Il primo pensiero va di certo alla salute del piccolo e nel caso di dubbi o di altri sintomi concomitanti bisogna rivolgersi al proprio medico. Tuttavia, di norma questi doloretti possono essere dovuti a cause fisiologiche, vediamo cosa succede durante in base al periodo.

Dolori alla pancia in gravidanza: dalle prime settimane al secondo trimestre

Spesso il mal di pancia in gravidanza nelle prime settimane è caratterizzato da una serie di crampi che possono essere confusi con i sintomi che precedono l’arrivo delle mestruazioni. Questo dolore, infatti, viene percepito per lo più nella zona bassa del ventre e può essere riconducibile ai cambiamenti dell’utero ed essere uno dei primi sintomi della gravidanza.

Donna in gravidanza sul divano
Donna in gravidanza sul divano

Con l’avanzare della gestazione, il corpo continua a cambiare in vista del parto. Durante il secondo trimestre di gravidanza il mal di pancia può essere dovuto in particolare ai cambiamenti subiti dall’utero. In questo periodo, infatti, l’utero ha bisogno di un maggiore sostegno da parte dei legamenti, che tendono perciò ad allungarsi. È proprio a causa di questo allungamento che si possono avvertire in alcuni casi dei crampi e in altri dei dolori che appaiono soprattutto quando si cambia posizione. Anche in questo caso se il dolore dovesse sembrare anomalo o presentarsi anche dopo aver riposato, è bene consultare il proprio medico.

Altre cause dei dolori di pancia in gravidanza

Nel periodo della gestazione il mal di pancia può anche essere dovuto a disturbi dell’apparato digerente. Una condizione non insolita, infatti, è proprio il manifestarsi della stitichezza per via dei cambiamenti ormonali che si susseguono in questo delicato periodo. A peggiorare la situazione interviene l’utero, che crescendo, va a premere sull’intestino e può, quindi, aumentare la sensazione dolorosa.

Donna incinta
Donna incinta

Nelle fasi avanzate della gravidanza, durante il terzo trimestre e con l’approssimarsi del termine, si possono presentare altri tipi di dolore alla pancia. In particolare in questo periodo avvengono, infatti, le cosiddette contrazioni preparatorie (o di Braxton Hicks). Si tratta di contrazioni ripetute, che interessano i muscoli dell’utero e possono provocare un dolore, spesso lieve e sparso nella zona della pancia.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona


Perché i neonati hanno il singhiozzo?

Vestiti di carnevale per neonati? Ecco le idee più originali