Per trattare le macchie sul materasso vecchio bisogna affidare ai rimedi naturali ed economici. Ecco i consigli migliori per rimuoverle!

Tra le diverse pulizie che si fanno in casa – spolverare, lavare i pavimenti e pulire i vetri delle finestre, ad esempio – non si prende quasi mai in considerazione il materasso del letto. Invece, è bene sapere che con il tempo può diventare decisamente vecchio e anti estetico, visto che su di esso si possono formare macchie e ingiallimenti vari. Ecco tutti i rimedi della nonna per pulire le macchie sul materasso per renderlo come se fosse appena comprato!

Macchie sul materasso: i rimedi della nonna per pulirlo

L’umidità è il nemico numero uno per quanto riguarda le macchie che si possono formare sul materasso. Il secondo però sono gli acari e la polvere. Quindi è bene ogni tanto, per pulire a fondo il materasso, usare l’aspirapolvere su di esso.

Pulire il materasso
Pulire il materasso

In particolare le macchie, però, hanno bisogno di trattamenti specifici. Uno di questi è il bicarbonato, che ha una potenza sbiancante non inferiore a nessun altro prodotto. Per fare questo bisogna cospargere il materasso con la polvere, su tutta la superficie con una spazzola, e lasciare agire per qualche ora.

Un altro rimedio è il tea tree oil, che unito al bicarbonato, può dare un risultato ancora migliore!

Un altro accorgimento, per combattere l’umidità, è quello di arieggiare ogni tanto la stanza da letto, così da evitare che si formi della muffa.

In particolare per le macchie di sangue o urina, per rimuoverle un rimedio efficace è l’acqua ossigenata. Si può usare un batuffolo di cotone, dove sarà messa l’acqua ossigenata, e tamponare sulla macchia.

Se la macchia è di una qualche bibita e liquido, si può utilizzare un mix di aceto, succo di limone e qualche goccia d’acqua. Il risultato sarà ottimo!

Fonte foto: https://pixabay.com/it/materasso-letto-cuscino-sonno-2489615/

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Come avere un buon odore intimo (sempre)

Ciclo mestruale: cosa non bisogna assolutamente fare?