Le tisane rilassanti

Non solo camomilla per le sere autunnali

chiudi

Caricamento Player...

Le tisane rilassanti sono quelle a cui chiediamo aiuto nei momenti di stress e che ci coccolano nei momenti difficili. Se il più classico rimedio della nonna è la tisana di camomilla, l’antica arte erboristica mette a nostra disposizione molti altri ingredienti dalle proprietà calmanti.

Le tisane rilassanti confezionate

La tisana rilassante Bonomelli non rinuncia alla camomilla come ingrediente principale, ma vi abbina fiori di passiflora, radice di valeriana, melissa e biancospino. Scorze di agrumi come arancio e mandarino invece ne esaltano il sapore.
Anche la tisana rilassante de L’Angelica abbina le proprietà distensive di melissa, camomilla e passiflora a cui viene aggiunta lavanda in piccola percentuale.

Esistono in commercio tisane rilassanti formulate appositamente per i bambini, indicate per i piccoli che hanno problemi ad addormentarsi o che soffrono di tensioni addominali che li portano facilmente e prolungatamente al pianto. Come le altre anche la tisana rilassante Mellin combina azione e sapore di melissa e camomilla, coadiuvate stavolta da una percentuale di verbena. Non si tratta in questo caso di una vera e propria composizione di erbe da mettere in infusione in acqua bollente, perché se ne otterrebbe una tisana troppo calda da bere per un bambino. Si tratta di un composto granulare, da sciogliere a cucchiaiate in acqua a temperatura ambiente.

Le tisane rilassanti da comprare in erboristeria

Il tiglio è un’erba dagli effetti calmanti e sedativi che ha, tra le altre, molte proprietà diuretiche. Si può acquistare secco in erboristeria e quattro cucchiaini di tiglio essiccato vanno messi in infusione in mezzo litro d’acqua.
Della valeriana si utilizzano esclusivamente le radici. Un cucchiaino scarso di radice di valeriana basta per 200 ml d’acqua. Più di qualsiasi altra erba la valeriana concilia il sonno, ed è caldamente consigliata a tutti coloro che soffrono di insonnia o di sonni agitati.