Lavori da fare nell’orto a maggio

Il mese di maggio è molto attivo per l’orto, per seminare e raccogliere ciò che abbiamo coltivato nei mesi precedenti.

chiudi

Caricamento Player...

La stagione calda è ormai alle porte e per questo si può iniziate ad abbandonare i semenzai al chiuso dei mesi invernali e iniziare a seminare a terra e spostare le piantine già cresciute che abbiamo coltivato negli scorsi mesi. Il mese di maggio può anche essere l’occasione per raccogliere ciò che si è seminato nei mesi precedenti, come albicocche, nespole, limoni, rosmarino, erba cipollina, malva, camomilla, origano e acetosella, fragole e lamponi.

Lavori da fare nell’orto a maggio

Nel mese di maggio potete seminare zucchine, melanzane, peperoni e pomodori. Tra le erbe aromatiche, il basilico e il prezzemolo. Per quanto riguarda i semi potete seminare angurie, meloni, asparagi, barbabietole, broccoli, cardi, carote, cetrioli, fagioli e fagiolini, insalate, tra cui lattughe, lattughine, indivia, rucola, scarola, pomodori, melanzane, piselli, peperoni, zucca e zucchine e verza. I più esperti seminano il calendario lunare, dal 19 al 31 maggio, quando la luna è crescente. In questo periodo è ideale seminare cavolfiori, cavolo e verze.  Si può decidere di seminare sotto semenzai all’aperto, per riparare i germogli dal sole diretto o dalle grandinate. Questo vale soprattutto per zucchine e peperoni.  Fagioli, fagiolini, piselli, lattuga, meloni, angurie, carote e pomodori vanno sempre e comunque seminati in piena terra.

Come lavorare l’orto

A maggio si verifica un infoltimento del manto erboso e le piante che ne hanno bisogno vanno concimate più o meno ogni dieci giorni. È consigliato l’uso dell’humus di lombrico, composto contenente carbonio, sostanza che arricchisce il suolo e favorisce la crescita delle piante. Il prato, inoltre, va tosato almeno tre volte al mese per eliminare le erbe infestanti. Nel mese di maggio si deve fare molta attenzione ai parassiti, che tendono a infestare le piante.